Cose da non credere.

Negli anni, a lavoro, ne ho sentite diverse. Che siano successe direttamente a me o che mi venissero riportate da colleghi del mio stesso servizio o di tutt’altra azienda, è quasi irrilevante. Questa merita.

Gli helpdesk ricevono chiamate e le censiscono su un programma di apertura e gestione ticket. Allo stesso modo gli utenti possono aprire ticket autonomamente e l’helpdesk se ne fa carico.
Anche solo l’apertura da parte di certi utOnti, meriterebbe un discorsone… Potrei scriverne un libro. Ad ogni modo, ci sono alcune agenzie che sono piuttosto note per simpatia, per “simpatia ed educazione”, per intelligenza, per “intelligenza oltre ogni logica”. Nell’ultimo caso, ci sono anche i vincitori assoluti per “umiltà ed intelligenza oltre ogni logica”.

All’ultimo caso appartengono due sorelle vincitri: Umiltà e Intelligenza, per l’appunto. Umiltà ascolta sempre quello che le si dice per rispondere alle sue richieste e domande, Intelligenza attua sempre subito e con estrema chiarezza le indicazioni complicatissime che le si danno. Arriviamo al giorno in questione, quando inoltrano due pratiche, compilate perfettamente, senza fastidiosisssssimi punti di domanda, firmandosi in entrambi i casi in modo tale che io sappia subito con chi parlare e non perdere tempo.
Giorno 1: tentativi di chiamata – infiniti. Riuscite – nessuna: o risulta occupato o cade la linea.
Invio mail segnalando la difficoltà di contatto e chiedendo un recapito alternativo. Risposta: nessuna.
Giorno 2: risposte alle mail – nessuna. Riuscita di ricontatto telefonico – nessuna. Inoltro il ticket al livello superiore.
Sempre Giorno 2, poche ore dopo: ticket aperto di nuovo, ovviamente firmata e ovviamente senza fastidiosi punti interrogativi ecc e riferita ad uno dei due precedenti, chiusa con comunicazione all’utOnta di contattare l’ufficio preposto.
Provo a chiamare l’agenzia, e stranamente stavolta riesco a prendere la linea. (Godetevela)

Slog: Buongiorno, sono Sloggata del vostro helpdesk. Cerco chi ha aperto il ticket su cliente XYZ.
Collaboratrice: Ah, sì, è stata Intelligenza, gliela passo.
Intelligenza: sì, sono Intelligenza, ho aperto io il ticket.
S: immaginavo… La chiamo per ricordarle di inoltrarlo all’ufficio preposto, come indicatole dal collega poco fa.
I: certo, l’ho appena aperto.
S: no, l’ha aperto all’helpdesk e non all’ufficio preposto.
I: sì, l’ho mandato poco fa.
S: certo, ma deve mandarlo all’ufficio preposto.
I: l’ho mandato all’ufficio preposto.
S: no, all’helpdesk, infatti la chiamo come sempre da qua.Se vuole, lo facciamo insieme.
I: va bene.
S: mi dia il codice per la teleassistenza, per favore.
I: ecco qwerty.
S: non funziona.
I: ma non riesco per i ticket.
S: scusi?
I: eh!! Non riesco ad entrare nel programma dei ticket.
S: ok, allora esca dal programma, lo chiuda del tutto e rientri.
I: non riesco ad entrare nel programma!!
S: certo, esca dal programma, lo chiuda e lo riapra.
… vuoto … silenzio … quindi non ha appoggiato la cornetta. Chiudo la comunicazione e richiamo.
S: buongiorno, sono sempre Sloggata e cerco Intelligenza.
C: ah, sì, Intelligenza è andata un attimo a mettere i soldi nel parchimetro perché stanno passando i vigili.
S: …
C: Diceva “pronto pronto” e non sentiva risposte.
S: … nemmeno io ma pensavo che avesse appoggiato la cornetta per…
C: può attendere un attimo che torni?
S: … se è veloce sì, se no richiamo.
C: un secondo.
I: sì, eccomi. Non la sentivo
S: Intelligenza, allora, ha chiuso il programma ed è riuscita a riaprirlo?
I: guardi che ho capito come devo fare, eh!
S: … benissimo, allora buona giornata.
Intelligenza chiude la comunicazione.

Seguono atroci urla sloggate per disperazione. Segue abbraccione di conforto da CollegaPreferito. (Così gli ho scrocchiato la schiena ed eravamo felici in due)

UtOnti simpatici… aehm…

Successo a collegA:

CollegA: mi lanci il *programma di teleassistenza* così mi collego con lei e vediamo insieme il problema
UtOntO: venga, venga che le mostro qualche foto di quelle buone che ho in archivioCollegA: …

Assicurazioni creative…

E’ curioso scoprire come alcuni clienti di Colosso del Monte dichiarino di essere stati, in precedenza, clienti di DRAGHET LAIN. Chissà per che porti salpavano e se avevano assicurato un’auto o un battello o un’autopompa dei vigili del fuoco…
Peccato che, per questioni di privacy, non si possano citare nomi strani (alcuni però davvero interessanti) e combinazioni di nomi e cognomi piuttosto particolari.

Lutto informatico

Tralasciando il fatto che io stia bestemmiando la macchina da cucire di mamma sul punto zig-zag (oltre al resto), mi sono appena resa conto che quando ho detto di formattare tutto, installando Linux sul mio notebook, non ho realizzato che i due dischi che mi proponeva NON erano le due ripartizioni effettivamente esistenti in precedenza MA erano il notebook intero (e ok) e l’harddisk da 2tb su cui avevo appena finito il backup e che mi sono dimenticata attaccata al pc. Per cui alla domanda “slog, pialliamo tutto? sei sicura sicura?” ho risposto sì. e quindi ora spero che tra capo, colleghi, amici, colleghi di amici, conoscenti di conoscenti, gente di “sei di mari&monti se”, ci sia qualcuno che possa ripristinarmi il filesystem precedente e recuperarmi TUTTA (e ripeto TUTTA) la mia vita digitale.

Non ho nemmeno la forza di prendermi per il culo da sola, figuriamoci piangere.

E dire che sarebbe una delle cose che direi a qualsiasi mio utonto.