Struccanti (Bifasici) preferiti: Artistry Essentials by Amway e Yves Rocher

"eye & lip makeup remover" di Artistry Essentials (della casa di Amway) e "Struccante Rapido Occhi" della linea purebleuet (all'acqua di fiordaliso bio) di Yves Rocher

“eye & lip makeup remover” di Artistry Essentials (della casa di Amway) e “Struccante Rapido Occhi” della linea purebleuet (all’acqua di fiordaliso bio) di Yves Rocher

I miei STRUCCANTI (che poi siano BIFASICI non credo siano un caso) PREFERITI in assoluto: a sinistra “eye & lip makeup remover” di Artistry Essentials (della casa di Amway). Non conosco il prezzo perché è un regalo di mamma ma sicuro costa più dell’altro amatissimo, comprato e ricomprato “Struccante Rapido Occhi” della linea purebleuet (all’acqua di fiordaliso bio) di Yves Rocher. Premettendo che tutti e due struccano benissimo e facilmente, non sono particolarmente oleosi, hanno poca e delicata profumazione, li sciacquo con l’acqua micellare, tra i due preferisco quello di Artistry perché strucca un po’ meglio (dove “meglio” è comunque riferito ad un livello di alta qualitá) e perché è un pochino meno oleoso di quello Yves Rocher. Tuttavia quello di YR costa meno (a spanne direi meno della metà) e spesso è in offerta / superofferta (2 al prezzo di 1).

Annunci

30 Beauty Questions Tag

Ok, lo so, a periodi non mi faccio viva e poi torno con millemila post…

Mi sono fatta praticamente taggare da Franci di Trucco… senza inganno, uno dei miei blog makeupposi preferiti (in realtà è il mio preferito: scrive cose interessanti, circostanziate, motivate e in ottimo italiano – basta solo questo per farmi restare o scappare, già lo sapete) e ho anche lasciato alcune delle sue risposte.
I pochi prodotti specifici che cito, li vedrete in fondo al post. Più avanti li recensirò.
Cominciamo:

  1. Qual è stato il tuo primo prodotto make-up?
Ombretto bianco e rossetto tortora argentato

Ombretto bianco e rossetto tortora argentato

Che mi sono comprata da sola? Credo una crema colorata curativa consigliata dalla dermatologa, ma era orribile nei miei ricordi. Altrimenti giocavo con i pochi trucchi di mamma. Aveva, tra le altre cose, una confezione grande bianca con tantissimi mini rossetti di tutti i colori (il mio preferito era il viola) che poi è stata adibita a portascarpe delle Barbie (ce l’abbiamo ancora nella ex stanza di mia sorella). Credo fosse di Avon, ma potrei sbagliarmi. Devo guardare, la prossima volta che torno a casa. Uno dei miei primi acquisti, credo fosse il 1997 ad Augsburg, una matita bianca, un mascara nero, un ombretto bianco ed un rossetto color boh… taupe (o tortora) shimmer o come si chiama. (qualcuno può spiegarmi i vari modi di dire? Shimmer, glitter, glow, ecc., per favore?) Questi prodotti erano della Nivea e me ne sono rimasti solo 2, di cui vi ho parlato in un post di dicembre 2012 (cavolo, ma davvero ne ho parlato già/ben 3 anni fa??)

 

  1. Qual è il tuo mascara ideale? Ne hai trovato uno che soddisfa le tue aspettative?

Uno che dia valore alle mie già belle ciglia. Scusate l’immodestia ma fin da sempre mi dicono che ho belle ciglia lunghe (anche se una delle mie colleghe le ha più lunghe) e discretamente folte. Per cui direi che i miei mascara (ho in canna un post di aggiornamento da mesi, sui miei mascara) hanno, in genere, lo scovolino cicciottoso oppure, raramente in elastomero (si dice elastomero? Lo sento spesso da Giulia Cova, peraltro lei è una vera makeup artist di professione).

  1. Il tuo fondotinta che tipo di coprenza deve avere?

Copio direttamente da Francesca di Trucco senza inganno: “Direi una coprenza media, non amo l’ effetto cerone anche perché mi sembra invecchi.” Anche qui, ho un post in canna da tempo ma poi guardo lo schermo e… “mo’ che scrivo??”

  1. Brand High End preferito?

Oddio, considerando che non ho molti prodotti di fascia alta… Potrei dire Estée Lauder. O Lancôme.

  1. Qual è il brand cosmetico che hai sempre voluto provare e non hai ancora provato?

Chanel e Dior.

  1. Brand Low cost preferito?

Essence. Ho un pregiudizio infinito per Bottega Verde come marca, per Yves Rocher per i cosmetici (gli altri prodotti li trovo interessanti), per Kiko (e non so dire perché).

  1. Indossi le ciglia finte?

No, non le indosserei nemmeno. 1. Perché sono già belle le mie, 2. Perché non avrei occasione di usarle, 3. Perché credo che mi darebbero fastidio e non le sopporterei.

  1. Qual è il prodotto cosmetico/beauty con il quale non esci mai di casa senza averlo indossato?

Oddio… Fondotinta o BB Cream, e forse mascara.

  1. Qual è il prodotto beauty che ami di più?

Mascara tutta la vita.

  1. Quanto spesso acquisti prodotti il make-up? Acquisti un po’ alla volta o tutto insieme?

In genere quando finisco i prodotti. Poche volte l’anno ma… in genere Sephora mi vuole bene.

  1. Hai un budget o spendi in libertà?

Non ho un budget anche se è chiaro che non spenderei 15 euro per un ombretto, anche se per un buon mascara… Diciamo che, come ogni acquisto, se la qualità merita quel prezzo, se me lo posso permettere, lo prendo. Ovvio, 50 euro per un mascara no, 30 solo se è in cofanetto con altri prodotti, 20 da solo… ci penso, ma si può fare.

  1. Utilizzi i buoni sconto o i coupon quanto acquisti il make-up?

Io vado da Sephora sempre quando ho sconti. E mi vogliono comunque bene.

  1. Qual è il tipo di prodotto che acquisti maggiormente? 

Ciglia finte, ovviamente! Scheeerzavo! Mascara, che dite? (oltre a correttore e fondotinta, per ovvii motivi)

  1. C’è un brand che proprio non sopporti?

Ho un pregiudizio contro Kiko. E non capisco perché. Non mi piace granché BottegaVerde. Tuttavia mi stanno infastidendo quelle aziende che mandano pacchi interi di roba a presunte beauty-guru che 1. Non sanno nemmeno da che parte sono voltate, 2. Non fanno recensioni (e se le fanno, non oneste intellettualmente), e 3. Fatemi stare zitta che mi ci arrabbio, eh! (non volevo dire che mi ci incatso proprio, scusate)

  1. Cerchi di evitare prodotti che contengono parabeni e solfati?

Cerco di stare attenta ma senza che ne diventi un’ossessione. Tipo l’ortoressia (cibo).

  1. Qual è il tuo posto preferito per acquistare il make-up?

Sephora del centro commerciale: ci ho lavorato qualche mese e ho un ottimo rapporto con la responsabile che sa consigliarmi sempre al meglio.

  1. Ami provare nuovi prodotti skincare o ti affidi alla solita routine?

Condivido abbastanza Francesca, anche se non mi faccio tirare troppo: “Mi piace cambiare, sono curiosa e mi faccio tirare.”

  1. Marca preferita per i prodotti corpo?

Non amo i prodotti corpo. Posso dire che li detesto? Al massimo uso le creme mani, ma devo trovarne una decente.

  1. Se potessi acquistare da un unico brand, quale sarebbe?

Credo che potrebbe essere Lancôme (high cost). O Essence (slow cost).

  1. Qual è secondo te il brand che ha il packaging migliore?

Mi piacciono Benefit per originalità, Dior / Lancôme per eleganza.

  1. Qual è la celebrity che secondo te ha il make-up più curato?

Stavo per dirlo io ma anche qui Franci mi ha preceduta: “Emma Stone, mi piace tantissimo e trovo sia sempre ben truccata.” Aggiungerei anche Monica Bellucci.

  1. Fai parte di qualche community online?

No, non amo le community di beauty. Preferisco seguire qualche blog (v. soprattutto Franci – ovviamente – e Jesslan, menzionerei anche Cookie Beauty) e qualche youtuber (v. soprattutto Selvaggia, Giulia Cova e ClioMakeUp e il suo canale di recensioni) per le recensioni dei prodotti.

  1. Beauty Gurus preferite?

In effetti nemmeno io, come Franci: “Non ne ho una preferita in particolare, prendo spunto un po’ qua e un po’ là.” Ma in effetti quelle che seguo di più sono quelle citate sopra.

  1. Ti piacciono i prodotti versatili come ad esempio le tinte adatte alle labbra e alle guance?

No, nemmeno un po’.

  1. Come te la cavi con l’applicazione del make-up?

So come fare cose accettabili. Infatti uso più che altro colori neutri o non troppo carichi. Le matite occhi e labbra… mmm… no, non fanno per me. Preferisco usare un pennello sottile e usare un ombretto per farmi la riga. I rossetti carichi come i rossi… pasticcio. Smoky eye, lasciamo stare. Forse perché non mi ci vedo? In genere faccio trucchi carichi per sperimentare, quando faccio pulizie: tanto poi mi strucco per bene e vado in doccia.

  1. Usi il primer per il trucco occhi?

Non sopporto il primer: secondo me unge prima del tempo. Anche se non ne ho provati tanti, gradivo il troppo sottostimato LemonAid di Benefit. Ecco, lui andava bene soprattutto come correttore, più che come primer occhi.

  1. Quanti sono i prodotti per capelli che usi giornalmente?

Spazzola Tangle Teezer e elastico Invisibobble trasparente, entrambi meravigliosi nel non spezzare i capelli. Oppure, al massimo, un “ciappino” a forma di farfalla.

  1. Cosa applichi prima il correttore o il fondotinta?

Correttore, sempre.

  1. Hai mai preso in considerazione il fatto di frequentare un corso make-up?

Fatto, uno personalizzato. Anzi, uno anche da adolescente: regalo di mamma.

  1. Cosa ami del make-up?

Copre le imperfezioni e valorizza i pregi, senza snaturarmi.

Ecco i prodotti specifici cui mi riferivo:

Elastici Invisibobble: io ho uno viola e gli altri trasparenti. Fighissimi. (immagine presa dal web)

Elastici Invisibobble: io ho uno viola e gli altri trasparenti. Fighissimi. (immagine presa dal web)

LemonAid di Benefit

Lemon Aid – Benefit. Si tratta di un primer occhi, lo preferisco come correttore. Troppo sottovalutato (immagine presa dal web)

TangleTeezer classica

Tangle Teezer classica – districa delicatamente i capelli senza spezzarli, va bene anche coi capelli bagnati. Comoda impugnatura. (immagine presa dal web)

TangleTeezer Compact

Tangle Teezer Compact – io ho questa. Per il prezzo che ha, meglio la grande classica, se la usi a casa. Questa in borsetta, a mio avviso, è comunque ingombrante. (immagine presa dal web)

Give away: in Italia sono praticamente illegali.

Carissimi,
vi invito a rileggere questo post, perché a breve vi pubblicherò un po’ di informazioni e riflessioni sulla pubblicità (più o meno) occulta, le sponsorizzazioni, le collaborazioni, i guadagni, nel mondo degli youtuber e dei blogger.
Stay tuned.

Vi invito a sbirciare qui: http://www.mediagu.com/unconventional-communication/che-cose-un-giveaway.html 
e soprattutto qui: http://www.ferri-e-uncini.com/2014/05/give-away-ecco-tutte-le-info-utili-per.html

meltin' slog

Prendo spunto da un post di MammaKikki e da BlogCandyChePassione, che ha trattato più volte l’argomento nei suoi ultimi post.

Sostanzialmente: i Giveaway di fatto ricadono nei concorsi a premi che, per legge, devono essere registrati e devono avere un controllo notarile e il pagamento di qualche imposta. L’unica scappatoia, in questo buco legislativo, sembrerebbe il valore del premio che non può superare l’euro (derivante da una qualche legge mi pare addirittura di epoca fascista).
Per cui, tutti i giveaway e blogcandy italiani che non seguono le regole che potete trovare nel sito di Normativa-Giveaway, sono sanzionabili. Sia il promotore dell’iniziativa sia i partecipanti che lo pubblicizzino.

Vi riporto il mio commento-papiro come spunto di riflessione, che magari potreste commentare. Vi segnalo anche che c’è una raccolta firme in atto per chiedere ai Legislatori di cambiare la normativa e renderla più ragionevole.

sbircia questo sito: http://www.normativa-giveaway.org/ (è quello…

View original post 374 altre parole

Scelte di marketing discutibili: Nivea fa causa a Neve Cosmetics

Leggendo il post di Jesslan, scopro una cosa che è veramente surreale. Finanche ridicola: Nivea fa causa a Neve Cosmetics, la casa cosmetica cruelty free e vegan e comunque di buona qualità, a prezzi accessibili e ragionevoli.

Vi invito a leggere l’articolo del sito Giornalettismo: “Nivea fa causa al marchio cruelty free Neve: non l’avesse mai fatto“, ma sostanzialmente

Il colosso ha vinto il primo grado di giudizio contro la piccola azienda di cosmetici italiani. La loro colpa? Un nome del marchio troppo simile. Parte la campagna #IostoconNeve

Allora. Le mie sono piccole considerazioni:

  • Che Nivea abbia bisogno di intentare causa ad un’azienda piccola locale come Neve, è ridicolo;
  • Che Nivea ritenga confondibile Nivea e Neve, è ancora più ridicolo e soprattutto è offensivo nei confronti dei consumatori: essi sanno esattamente chi e cosa è Neve e comprano Neve proprio perché NON è Nivea;
  • Che un giudice ritenga che Nivea e Neve siano confondibili per una radice etimologica comune è altrettanto offensivo;
  • Questo sarebbe profondamente pericoloso perché significa che c’è il rischio di una deriva censoria per molte attività;
  • Oppure il giudice è uno che pensa oltre e fa un favore a Neve: si tratta pur sempre di pubblicità (anche se, visto il costo dei legali, non è tanto gratuita);
  • L’immagine di Neve, da tutto questo, ne esce rafforzata, vista la mobilitazione mediatica dei consumatori, attenti alla sensibilità dell’azienda.
  • L’immagine di Nivea, da tutto questo, ne esce malamente per ovvii motivi ma anche perché – da quello che si legge in giro, p.es. sul sito di Repubblica – sembra che Nivea cancelli dalla sua pagina Facebook i commenti dei sostenitori di Neve.

Insomma, Nivea, hai toppato alla grande! E ovviamente #iostoconNeve

Lo sapevate che… cioè come scaricare i propri album di foto da FB in un colpo solo

Ciao a tutti!

Allora, come sapete il mio profilo faccialibro ha il tempo contato. Sto finendo di scaricare dei file di ricette culinarie creati da utenti di un gruppo tedesco e poi PUFF, sparisce. Ma il mio vero problema era recuperare tutte le foto visto che ho perso gli originali. Seppure la qualità non sarà quella originaria, mi accontento.
Però come fare a salvarle tutte senza scaricarle una ad una? Ho trovato, su suggerimento di un’amica, un’estensione di Google Chrome (dovrebbe esistere anche per Mozilla Firefox) che permette di scaricare i singoli album con tutte le foto in formato .jpg.
Bisogna innanzitutto cercare l’estensione che si chiama “Facebook Album & Photo Manager ” (qui il link per Google Chrome), poi… oddio ho dimenticato. Però è facile, ci sono riuscita. Vediamo… cliccate sull’estensione o sul vostro album, autorizzate l’estensione a collegarsi al vostro account facebook e vi apre una nuova schermata con solo i singoli album del vostro (e ripeto, vostro) profilo. Entrate nel primo album e cliccate su “download”, aspettate che scarichi, tornate indietro alla lista degli album e cliccate sul secondo album e via così, per tutti gli album.
Vi scaricherà delle cartelle .zip col nome dell’album e se lo estraete, la cartellina dovrete rinominarla da “photos” a quello che volete.
Funziona molto bene ed è anche veloce.

Buon inizio settimana a tutti!