Un anno fa… la svolta.

Un anno fa succedeva questo: L’amica ritrovata. Il post era successivo, un po’ per scaramanzia, ma succedeva in questi giorni qua. Oggi, un anno fa, alle 18.15-20 scendevo dal bus e lei mi stava aspettando alla fermata; non ci siamo nemmeno salutate ma abbracciate. Strette, forte, in silenzio. E poi abbiamo cominciato a chiacchierare, parlare, comunicare, raccontarci, riassumere e riassumerci… La cosa più naturale del mondo.
Ero felice, quei giorni. Ma ho avuto anche istanti di paura, di ripiombare nel passato. Che non fosse come speravo. E infatti, non è stato come speravo: è stato meglio, molto meglio. E’ stato un anno incredibile, tra i più belli – nonostante tutto – degli ultimi anni. Difficile ma non mi sono mai sentita sola né abbandonata: non solo per lei, ho la fortuna di avere attorno persone davvero care, ma con lei è andato a posto un pezzo del puzzle della mia vita. Un pezzo fondamentale.
E’ stato un anno incredibile, fatalità, coincidenza, chi lo sa, in cui mi sono rimessa in gioco su molti versi. Non senza difficoltà, perché di delusioni personali ne ho vissute un po’. A livello di notizie negative, non serve che le riassuma. A livello di notizie positive, però, devo dire di averne avute di importanti. Nascite, alcune già avvenute, alcune da avvenire. Nipotini nuovi, esperienze nuove, amicizie che cambiano, in qualche modo. Dinamiche nuove che sono curiosa di vedere come evolvono, crescono.
Questi 365 giorni sono stati incredibili, ma incredibili davvero. Questi ultimi mesi sono stati movimentati. E lo saranno ancora: giovedì la prima visita in Medicina Nucleare nell’altra città capoluogo di provincia per poi approdare ad altri esami (scintigrafia?) e terapia (una o più terapie allo iodio radioattivo?).
Nel frattempo si stanno smuovendo altre acque. Ed io me le auguro, spero che continuino su questa linea perché me lo merito e mi piacerebbe tanto attraversarle, accompagnarle, seguirle, precederle, lasciarmi cullare.
E questo con la mia Sorellamica. In questo momento, al di là di alcune difficoltà che ho sul groppone, sono contenta. Sono stanca ma sono contenta. E grata. Tanto grata.

Buon anniversario, Sorellamica mia. Grazie per ogni istante che mi hai riservato quest’anno. Ogni attenzione, ogni strigliata, ogni abbraccio, ogni dono, ogni regalo, ogni espressione del tuo affetto ed ogni attimo di pazienza verso i miei silenzi, le mie esplosioni, i miei dubbi, i miei pianti, le mie paure. Grazie per l’aiuto nel ricordarmi e riportarmi a chi ero ma con la attualità di chi sono, anche se il cammino è davvero lungo e difficile.
Grazie, Sorellamica mia. Ti voglio bene, in una maniera così totalizzante che non so nemmeno descrivere.

Annunci

Un pensiero su “Un anno fa… la svolta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...