AutoRegali alternativi e fiammanti

Visto che non mi bastavano nuove notizie, ho deciso che poteva essere arrivato il momento per farmi un regalo che già volevo l’anno scorso. Ne volevo un paio che fosse tutto mio ma prima la mia amica bionda mi ha prestato le sue e poi mamma le proprie. Le volevo alla mia altezza, non per snobismo, ma perché mi pare dovuto.
Quest’anno ho trovato una scusa per trascinare una collega a far shopping e comprarle.
“Le vanno bene rosse?”
In effetti avrei potuto chiedere se le avevano viola o, per essere in tinta coi mici, animalier. Ma alla fine le ho prese fiammanti davvero:

Primi approcci tra le stampelle nuove e il tutore

Primi approcci tra le stampelle nuove e il tutore sotto la supervisione di un panzerottino…

Insomma, ieri mattina tanto per cambiare mi ha ceduto una caviglia; solo che stavolta ho sentito proprio che stava per girarsi in qualche modo e quindi, in una frazione di secondo che io però distinguo in più tempo, mi sono coscientemente sbilanciata in avanti per non cadere sulla caviglia, ho sollevato borsa e sacchetto per pararmi la caduta, sono atterrata sulle mani e poi delicatamente ho appoggiato ginocchia a terra e viso sulla borsa. In tutto questo mi sono ritrovata girata verso il senso opposto alla mia marcia, ero appena scesa dal bus e avevo fatto qualche passo, un po’ di scarpe e pantaloni attorno e una mano che ho afferrato per tirarmi su. “Sta bene signora?” Non lo so, era già fratturata, ma se cammino, va bene. Più o meno. Spero. Grazie.
Nessun gonfiore ma dolore e sensazione di “tira forte”. Ma soprattutto spavento e paura. Cosa che mi manda ancora più fuori di testa, perché la paura è la cosa che più ho detestato e combattuto l’anno scorso.
Per cui, visti i giri di visite che mi aspettano oggi e visti gli spostamenti obbligati col bus e le relative sollecitazioni agli arti, si rispolvera il tutore e si inforcano delle confortanti stampelle.
Meno contenta sono per il dover mettere le scarpe chiuse. Ma pace.

Buongiorno, eh!

9 pensieri su “AutoRegali alternativi e fiammanti

  1. Perennemente Sloggata ha detto:

    Grazie, Ideepensharing!

    Jesslan, un anno fa mi sono prima storta una caviglia (e tirata qualche legamento, suppongo) e tre settimane dopo mi ha ceduto l’altra caviglia, andata in microfrattura. per cui penso che legamenti o tendini o chi per essi, qualcosa sia piuttosto provato e con la caduta di ieri, devo essermi stirata per bene… ora, visto il peso piuma e gli antefatti, evito di caricarci sopra e di creare ulteriori danni. anche per un motivo molto semplice: a Mari&Monti ortopedia è stata per anni sinonimo di macelleria e solo con questo nuovo primario, dicono, si stia cominciando a rimettere in riga un po’ le cose. ma non so come arrivare a questo dottore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...