Che dire…

Mi sto riambientando a fare il vecchio lavoro dove tutto è nuovo: nuova location, nuovi colleghi, nuovi programmi, nuovi orari, nuove abitudini. Ma stesso pc e stesse cuffiette, oltre ad alcune vecchie colleghe.

Il periodo sarebbe anche buono, se non tornassero alcuni spettri del passato che rischiano di essere più concreti di quanto temessi. E le lacrime in tasca sono sempre più difficili da tener nascoste.

In una sorta di limbo, tra apnea e campana di vetro, si va avanti.

10 pensieri su “Che dire…

  1. Nuvola Rossa ha detto:

    Donna.
    Sarò crudele, ma lo faccio per te.
    So tutte cazzate. Non ha nulla a che fare con quel posto ne con persone di quel posto. So proiezioni, cose del passato, ma il passato tuo, il passato bambina, cose irrisolte. Capita a TUTTI ma non ti fare incantare. La tua tristezza non è li, viene dal trapassato remoto, lì hai proiettato ma non c’è una mazza, è solo un luogo di lavoro, prendi lo stipendio, fine. Non ci sono lacrime. È roba tua è la devi risolve.

  2. Perennemente Sloggata ha detto:

    Nuvoletta, questa volta gli spettri riguardano un’altra persona e non sono semplici pensieri, ma stiamo aspettando risposte.
    Io sono grata e contenta di dove mi hanno messa. Anzi, meno male: questi ultimi 16 mesi sono stati propedeutici a creare un terreno il più possibile solido.
    Un abbraccio.

  3. Mi piace un tot! ha detto:

    Non conosco il pregresso… e non so se ho afferrato al 100% la situazione che descrivi. Ma se quello che ho capito è giusto, mi troverò a vivere la stessa situazione tra qualche settimana. Stesso lavoro ma in un posto nuovo, colleghi nuovi (ma non del tutto), posto nuovo, orari nuovi. E con un passato da dimenticare il prima possibile. E’ tutta estate che sogno le stesse vecchie persone e le stesse vecchie situazioni… mi sono anche un po’ rotta i coglioni.

  4. Perennemente Sloggata ha detto:

    lavoravo in helpdesk in edificio secondario per anni (sempre ingresso principale). poi sono stata spostata in salatest, ingresso principale, edificio centrale. ora sono di nuovo in helpdesk ma in edificio staccato, dove ci sono le mie colleghe con cui ho cominciato 6 anni fa e tanti colleghi nuovi. i colleghi che ho conosciuto via via in questi anni, sono nel palazzo secondario.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...