Zia Slog va al mare! (in realtà è pure tornata)

Slog prontissima per il mare!

Slog prontissima per il mare!

Ciao a tutti!
Ogni estate, più o meno, ne capitava una per cui dovevo dirottare il tempo o i soldi delle ferie dal sogno-mare a qualche altra cosa. Tipo (in ordine sparso e casuale) sostituzione del mobile del lavello della cucina rotto, lavori dell’impianto gas del condominio (teoricamente a carico della municipalizzata, praticamente ce lo siamo pagati e senza sgravi fiscali… vi vada di traverso la cifra che abbiamo dovuto sborsare al posto vostro!), tumore della mamma, asportazione della cistifellea della mamma, separazione dal mio ex compagno, storta di una caviglia e frattura dell’altra, e chi più ne ricorda, più ne aggiunga.

Quest’anno, sono riuscita a realizzare un piccolo sogno: andare al mare con spiaggia con la sabbia. E, in più, sono riuscita a combinare anche con mia sorella: per cui ci siamo trovate direttamente in loco, in un posto che piace soprattutto a mio cognato e più o meno dove siamo andate da piccole più volte.

In spiaggia con Nipotins!

In spiaggia con Nipotins!

Questo si è tradotto nel poter stare con lei e Nipotins da sola i primi giorni e in seguito anche con mio cognato. Vista la presenza del piccolo, abbiamo trovato (cioè, mio cognato ha trovato, io mi sono aggregata) una struttura alberghiera che offrisse pensione completa: non pensavo ma non sono più tanti gli alberghi che offrono pensione completa. Per lo più si adeguano alle preferenze di tanti turisti, in gran parte stranieri ma non solo, e offrono la mezza pensione, con l’idea che tanti comprano qualcosa nei supermercati per il pranzo e escano a cena la sera. Alla fine si spende la stessa cosa, se non di più, ma avendo un bimbo piccolo, almeno si sente un po’ meno sballottato, si possono seguire i suoi ritmi più facilmente e scegliere un menù che si adatti anche a lui. Insomma, per quest’anno andava bene così.
Anche se nella sala da pranzo il mio artistico nipotino era ormai soprannominato “il pittore”, visto il sugo che riusciva a farsi arrivare fino ai capelli e le tavolozze di frutta e cibi vari che inevitabilmente cadevano sul tavolo.
L’albergo in sé era carino e pulito, il personale gentile e sorridente, sempre disponibile e l’atmosfera del loro gruppo era serena e distesa, cosa che mi fa pensare che i proprietari siano buoni gestori e che siano riusciti a creare e mantenere un clima di rispetto reciproco col personale: odio quando davanti ai clienti non viene mostrato rispetto tra le parti.  (Post scriptum: è ovvio e sottintesto che io abbia lasciato una splendida recensione all’Hotel sia su Tripadvisori sia sulla loro pagina Facebook sia su GooglePlus. L’unica recensione duramente negativa che io abbia lasciato in giro, è stata per un ristorante appena fuori Mari&Monti, non tanto per il rapporto qualità-prezzo non ragionevole, bensì per come la proprietaria – scortese con tutti – ha rimproverato inopportunamente il cameriere davanti a noi per un sorriso forzato che cercava di fare, con 40 gradi all’ombra, non un filo d’aria. Il cameriere era molto gentile, ho trovato insensato il rimprovero, oltre che maleducato e fuoriluogo)
La nostra settimana è stata piuttosto tranquilla, anche se a volte Nipotins era fuori di sé (ma a 18 mesi, col caldo, lontano dal suo ambiente, è anche comprensibile). I ritmi erano piuttosto semplici e ritmati, eravamo in spiaggia nelle ore non centrali, sempre spalmati di crema a protezioni alte (come la foto può testimoniare). La cosa incredibile è che dopopranzo tornavo in camera e mi appisolavo secca per un’oretta o poco più. Che relax, non potete capire!
Il fatto è che era tutto decontestualizzato: albergo, sorella&famiglia lontana da casa, io lontana da Mari&Monti e da Supeimonti, solo costumi e poco più. Ho mangiato non poco, a dirla tutta, ma ero talmente rilassata e tranquilla che credo di essermi addirittura sgonfiata un altro pochino…
Sono giorni che ho atteso a lungo, di cui ho goduto appieno, che ho apprezzato tantissimo: poter passare del tempo con mia sorella da sola, fare due chiacchiere in acqua giocando con la palla, poter scarrozzare in giro il patatone o poter stare con lui senza la presenza della sua amatissima nonna materna (vorremmo capire come diavolo fa mamma ad attirare così tanto quel bambino come nemmeno i suoi stessi genitori, quasi), guardarlo nel suo essere indipendente quando prende la macchinina e va al sentierino di accesso alla spiaggia per farla andare meglio, quando mangia facendoti le faccette buffe, quando urla ancora poco abituato allo sguazzare in acqua, quando ti si aggrappa strettissimo per paura, quando finalmente ti dà un bacino, quando non hai nemmeno potuto sentire che ti ha chiamata zia a modo suo, quando ti dice il suo grazie se gli dai qualcosa, quando gioca con un coetaneo vicino di ombrellone…
E la tua mamma, quando le dici che non vedi l’ora di poterti godere quelle creature, ti dice “eh, mi mancherà quel piccolo manigoldo, una settimana intera” ma sai che è felicissima che proprio quella settimana sarà soltanto tua, di tua sorella, del tuo nipotino e di tuo cognato.

E per una volta, davvero ho staccato completamente la spina.

11 pensieri su “Zia Slog va al mare! (in realtà è pure tornata)

  1. maurizio ha detto:

    Devo e voglio assolutamente leggere la tua recensione si tripavisor….. mandani in privato il nome dell’Hotel…. Ciao

  2. maurizio ha detto:

    Ho letto la tua recensione…..critica come sei solitamente, devo pensare che è un ottimo hotel!!!
    Averlo saputo…. che eri a Jesolo…. ti venivo a trovare!!!
    Ciao e passati un bel week end

  3. Perennemente Sloggata ha detto:

    Cavolo, non sapevo! Non ci ho pensato😦

    Se trovi il mio profilo su tripadvisor, trovi solo buone recensioni. L’unica cattiva è sparita ma il ristorante è o era gestito da una stronza.

  4. Nuvola Rossa ha detto:

    Che bello quando si ritrova il tempo per fare due chiacchiere da sola con una sorella o con una cara amica.
    Sicuramente mi dirai per una questione di diplomazia che non è il tuo caso ma nel mio caso invece si.
    Da quando si sono sposate mie carissime amiche non c’è più stata l’occasione di fare due chiacchiere da sola con loro. Sempre sti mariti in mezzo ai coglioni. Vado a trovare amica storica e addirittura il marito dal salotto abbassa il volume della televisione per sentire cosa diciamo.
    Che palle guarda.

  5. Perennemente Sloggata ha detto:

    Sì, Bia, davvero!!

    Nuvola, davvero, non hai idea della mia felicità (per esempio) la mezz’ora che ho passato in mare a giocare a palla con mia sorella chiacchierando di varie cose. per me è stato un dono immenso. poi, alla fine, mi ritrovo sempre altra gente attorno, quando vorrei solo trascorrere del tempo con la mia famiglia. ma vabbè.

  6. Mi piace un tot! ha detto:

    Praticamente la stessa vacanza che ho fatto io! Pensione completa, pisolino post pranzo, ritmi molto rilassati, pargolo al seguito, cibo come se stesse per scoppiare una carestia e bisognasse fare scorta… pure i solari abbiamo in comune! Ti invidio molto il cappellino di paglia… adorabile!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...