Prodotti e marketing e lusso: Imetec, Bimby, Privalia, Despar, Coop e attese – Puntata 2

Come vi ho anticipato nel post precedente a questo, ho ricevuto un bel buono di 50 euro, a fronte di una spesa di 100 (spese di spedizione e altre promozioni sono escluse dal buono), da spendere sullo shop online della Imetec.

bilancia elettronica cucina imetec dolcevita (immagine presa dal web)

Bilancia elettronica cucina Imetec Dolcevita (immagine presa dal web)

Miravo da un po’ una cosa, ovvero la loro bilancia elettronica da cucina IMETEC Dolcevita ES 4 (32,90 euro sul loro sito, 26 euro magari su Amazon), ma spendere altri 50 euro per usufruire di un buono da 50, mi scocciava. Ho provato a guardare se mi servisse altro e… L’epilatore (altra avventura, che vi racconterò) ormai lo avrei preso tramite un amico, il phon ancora funziona, il resto costava troppo oppure ho già o non mi interessa. Insomma, ho rigirato ‘sto buono fino all’ultimo ma niente. Alla fine ho provato a regalarlo ma nessuno, come me, aveva da giustificare un’uscita di 50 euro per alcunché. Tranne CollegaPreferito che, guardacaso, aveva bisogno di un aspirapolvere. Per cui il buono non è andato sprecato e lui ha ordinato un (presumo) buon aspirapolvere. (Ordinato mercoledì 15 aprile alle ore 21 e consegnato venerdì attorno a pranzo – efficientissima Imetec!)

In tutto questo, mi è capitata sotto gli occhi la vendita Imetec sul sito di vendite private / outlet Privalia. E sono rimasta piuttosto sconcertata. Solo che non riesco a capire dove stia l’inghippo, perché dai vari servizi clienti ho ricevuto risposte che non mi aspettavo. Sostanzialmente a Imetec non sembrano interessare queste discrepanze di prezzo e ognuno è libero di acquistare dove crede. D’altronde, col libero mercato, uno fa un po’ quel che vuole, siamo tutti d’accordo. Tuttavia mi sento un pelino presa in giro. Privalia, dal canto suo, sembra invece essersi annotata la questione e la segnalazione.

Ora, sia chiaro: so benissimo che ognuno dichiara i prezzi che vuole e che spesso le “offerte” che troviamo su siti come Amazon BuyVip, Privalia, Groupon, Saldi Privati, Showroom Privé, Dalani, ecc. ecc., in realtà sono gli stessi prezzi che troviamo sugli store ufficiali, in altri negozi online o fisici. Però stavolta sono rimasta proprio di sale.
Vi metterò una galleria di immagini dove noterete, tranne in uno o due casi (tipo il Robot Pulivetri o la borsa frigo effettivamente in offerta), che il prezzo di listino dello Shop Imetec risulta essere il prezzo in “offerta” di Privalia, e noterete che secondo il sito di vendite private/outlet il prezzo di listino spesso è quasi il doppio. E in caso di prodotti costosi, va da sé che le cifre sono molto distanti. Ho preso alcuni prodotti, ce ne sono molti di più, un po’ a caso e un po’ a livello significativo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non parlo di malafede da alcuno dei succitati aziende e siti (anche perché potete cambiare il nome di ciascuno e sostituirlo con quello che preferite, il discorso non cambia), sia chiaro, dico solo che se questi sono mercato e marketing, io mi reputo più che presa in giro. Ecco perché, alla fine, prima di fare acquisti, mi informo bene e tendo comunque a prediligere ciò che vedo e tocco nei negozi veri rispetto ai negozi online.
A mio avviso, al di là di ricerche spasmodiche di sconti e offerte a tutti i costi, sarebbe importante farsi un paio di domande: a me questo serve/ lo voglio davvero? Il mio budget è / questo oggetto vale quel prezzo? La qualità dell’oggetto merita quel prezzo? Poi, a seconda delle risposte, ognuno agisce come crede. Io non amo tirare sul prezzo: se un oggetto vale il prezzo che vedo, lo compro, altrimenti rinuncio o vado da un’altra parte.
Per cui preferisco spendere 140 euro in un paio di ottime scarpe da ginnastica e gestirmi quelle il più possibile che non comprare 7 paia di scarpe di qualità discutibile. Oppure prendermi un attrezzo della costosa Tupperware di cui vedo e conosco la qualità, piuttosto che prendere una cavolatina per risparmiare. Infatti, mamma ha un cassetto di loro prodotti ancora perfetti (o quasi) e il più giovane mi sa che ha 20 anni.
Ma, per ora, ci fermiamo qui con la Tupperware.

Accettasi, come sempre, suggerimenti consigli opinioni critiche ecc.

2 pensieri su “Prodotti e marketing e lusso: Imetec, Bimby, Privalia, Despar, Coop e attese – Puntata 2

  1. Nuvola Rossa ha detto:

    Ma che ti importa.
    Il buono e’ una scusa per farti spendere somme che non avresti mai sborsato.
    Questi aggeggi all ingrosso vengono 2 lire e poi vengono venduti al mercato e ognuno fa il suo prezzo.
    Uno se proprio necessita disperatamente di un prodotto fa un giro e vede chi lo fa di meno.
    Ma è una cosa proprio vecchia come il cucco. Ma poi sentirsi presi in giro da chi? Da un azienda? E chiamare pure l assistenza clienti? Per lamentarsi di cosa? Perche uno fa pagare di meno quello che un altro fa pagare di più? Vai da quello che lo fa pagare meno.
    Sono aziende.
    Vogliono soldi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...