Poi uno non dovrebbe lamentarsi…

Tra tutti i pensieri che ho in questo periodo, mi mancava solo quello delle pulci.
Non so come siano entrate in casa ma presumo di avercele portate io con le scarpe. Probabilmente per quella maledettissima moquette vecchia di decenni che c’è sul piano dove c’è il mio ufficio.
Inizialmente non capivo alcune reazioni della gatta. Usciva matta anche oltre le provocazioni del Divo. La veterinaria con cui ho parlato una sera dopo lavoro, mi ha consigliato di cominciare con il Frontline (una trentina di euro la confezione da tre fialette per felini, una per gatto) a tutti e tre LorSignori, anche se a mio avviso di parassiti non se ne vedevano.
Quando ho visto anche il Divo iniziare ad avere qualche reazione di scatto (in netto contrasto col suo diventare sempre più affettuoso), ho deciso: gita famigliare dal veterinario. E uno dei miei incubi è diventato realtà: pulci. Ma il Frontline agisce sui parassiti adulti, bisogna andare a colpire anche gli stadi precedenti: Stronghold (una quarantina di euro la confezione da tre fialette per gatto, per cui il veterinario mi ha prescritto la confezione per cani, con tre fialette al costo di una trentina di euro. MA una singola fialetta basta per tutti e tre i gatti).
Per cui, la questione durerà mesi, tra l’alternanza dei due antiparassitari, pulizie più specifiche e totali, lavatrici su lavatrici (e ovviamente il tempo, dopo giorni bellissimi, è voltato al brutto), sacchi di cose onestamente non recuperabili (anche per altri motivi, sempre legati ai felini).
Ma! Mi suggeriscono anche l’uso del piretro da allungare in acqua e spruzzare ovunque, oppure di allungare dell’olio di neem e teatree oil (qui e qui) sempre in acqua. Dicono che siano inodore e non tossici.

Qualcuno ha esperienze, consigli, suggerimenti in merito?
Ditemi che non è drammatico e riesco ad uscire in qualche settimana…
Datemi qualche conforto… Confido in voi, qui sono davvero alla frutta.

UPDATE 24/02/2015: alla fine non ho preso né il composto degli olii essenziali né l’altro coso. Il coso no, perché è di qualche colore che macchia (me l’ha segnalato un collega che ha terreni a coltivazione). Idem, di fatto, con gli olii essenziali: la farmacia dove sono andata, prepara gli olii anche in combinazioni apposite e me l’hanno sconsigliato. MA! Ma una ex collega mi presta la sua vaporella (o attrezzo simile). Meno male.

17 pensieri su “Poi uno non dovrebbe lamentarsi…

  1. ontanoverde ha detto:

    non saprei che dirti! i prodotti che nomini sono attendibili, ti capisco e ricordo l’ossessione della mia esperienza con le pulci, per il cane dei miei che lasciò qualche larva su di un tappetino… dato che ero rimasta l’unica entità vivente, venivo assalita al mattino appena mettevo le gambe a terra… mi portò alla paranoia. Ma dato che era il 1977 penso che da quel tempo i rimedi siano evoluti.
    è una lotta senza quartiere… in bocca al lupo..

  2. soloperannalena ha detto:

    Eccomi qui, quest’anno oltre a due influenze malefiche ho avuto anch’io un’invasione di pulci (portate a casa dal nostro gatto Pimpi), che attaccavano con ferocia sia mia figlia che me, lasciando indisturbati gli uomini di famiglia. Ecco come le abbiamo affrontate: abbiamo acquistato da una farmacia veterinaria delle pastiglie che rendevano Pimpi un killer per le pulci: quando le pulci lo pungevano morivano (così, almeno, dice il bugiardino); non ricordo il nome, ma se ti interessa passa da una farmacia veterinaria e vedrai che le trovi. Mettevamo a Pimpi il collarino antipulci non appena usciva di casa e glielo toglievamo quando tornava e gli davamo poi la pastiglia di sera. Inoltre abbiamo messo all’aria e tolto tutti i tappeti e li abbiamo lasciati in cantina (ci sono ancora, non oso riportarli su), abbiamo passato l’apposito (finora pressoché inutile) attrezzo della folletto sui materassi, abbiamo lavato lenzuola/piumini/parte esterna lavabile del materasso di mia figlia. Le cose che non si potevano lavare (per esempio i cuscini del divano) le abbiamo messe fuori all’aria e al sole, dato che le uova e le pupe ne soffrono. Da quando abbiamo capito che erano pulci le abbiamo eliminate in pochissimo tempo e ora speriamo che siano state sconfitte, quindi, dai, in bocca al lupo, vedrai che ce la farai.

  3. Perennemente Sloggata ha detto:

    Grazie per il supporto! Il problema è che non conosco nessuno che abbia una vaporella qui (tranne, appunto, mamma a 400km). In più l’appartamento è piccolo e senza balconi ecc. La vedo lunga e dura…
    E anche stanotte quasi insonne. Se dormo, non riposo😦

  4. soloperannalena ha detto:

    Ma non era la vaporella, è in pratica un battitappeti, quindi secondo me non è che il suo passaggio sia stato così decisivo; comunque avevo letto che il punto più critico sono i tappeti, che puoi togliere e mettere in cantina/garage o anche in plastiche; in ogni caso credo che l’arma più efficace siano state le pillole e se hai tre gatti potenziali killer e un piccolo appartamento potrebbero essere utili anche a te. Se non riesci con la strategia consigliata dalla tua veterinaria potresti provarci; ma vedrai che risolvi prima.

  5. Perennemente Sloggata ha detto:

    Stasera salto palestra per far commissioni,cercherò anche quelle, in caso. Spray naturali o non tossici da spruzzare in giro, ne hai usati?
    Io cmq ho un misero aspirapolvere senza sacco, per cui ogni volta devo pulirlo. Ma va bene così…

  6. soloperannalena ha detto:

    No, solo collarino e pastiglie, casa fredda e aerata e sole quando c’era (puoi anche mettere qualcosa sul davanzale a prendere il sole se non hai il balcone). Però se ora hai iniziato con una strategia forse è meglio prima verificare se è efficace quella, perché se dai la pillola ti conviene attirare le pulci sui gatti e non devi quindi usare il frontline, che credo le tenga lontane. Meglio senza sacco e pulendolo tutte le volte, perché dicono che dal sacco potrebbero uscire. Ma a te non ti pungono, vero? Noi non abbiamo più le pulci dall’inizio dell’anno, ma abbiamo ancora le cicatrici delle punture grattate; ci avevamo messo un po’ per capire che erano pulci, per fortuna l’ha capito una mia amica che le aveva avute quando ha visto le punture sulle mie caviglie e polpacci: per questo credo che nel nostro caso l’arma vincente sia stata la pillola (e forse anche freddo e sole), perché la disinfezione “generica” l’avevamo già provata quando pensavamo fossero acari e non aveva dato risultati.

  7. francimakeup ha detto:

    Anche la mia gatta ad un certo punto è diventata strana (e lo è tuttora a periodi) si gratta, scatta, corre e io pensavo fossero le pulci così abbiamo iniziato con il frontline, poi il veterinario guardandola ha detto che in realtà secondo lui era soltanto stress così non siamo andati oltre con le cure. Capisco la sensazione

  8. Perennemente Sloggata ha detto:

    vi ringrazio🙂

    Annalena ma voi, per voi stessi, avete preso qualcosa o fatto affidamento solo alle pastiglie che davate ai gatti? Inizio a diventar paranoica, mi sa, ma vorrei comunque prevenire.

  9. soloperannalena ha detto:

    Solo alle pastiglie per i gatti. Se non sei stata punta, nel tuo letto non ci dovrebbe essere niente e non ce le porterai neppure tu; se vuoi essere sicurissima in casa tieni dei calzettoni lunghi sopra ai pantaloni e quando vai a letto li togli o li cambi: infatti loro saltano e non volano, quindi se le porti nel letto avviene perché ti sono saltate su piedi/caviglie/polpacci. Sul divano dopo aver passato la vaporella puoi metterci temporaneamente un telo, così ti basta lavarlo una volta ogni tanto. Naturalmente visto che pensi di averle prese in ufficio, e che ancora ci saranno, quando entri in casa dovresti lasciare le scarpe fuori o metterle dentro in una plastica, ma immagino che lo fai già. Per vedere come procede la disinfezione, a parte che te ne accorgi dai gatti, puoi anche mettere dei teli/asciugamani/stracci bianchi dove loro si stendono: dei puntini tipo forfora, ma neri, sono le “cacche” delle pulci, quando non ne trovi più il pericolo è passato. Stai tranquilla, che i gatti abbiano un po’ di pulci non è così grave, soprattutto se hai reagito subito, e vedrai che non avrai una grande invasione e risolverai alla grande. Noi siamo state punte perché Pimpi ne ha portate una quantità industriale; finora era già capitato che si grattasse, ma con frontline si era sempre risolto tutto (e senza conseguenze per noi!). Il Divo è un cane?

  10. Perennemente Sloggata ha detto:

    Il problema è che non ho reagito subito: non si vedevano e non ho saputo capire i segnali della gatta. Segnali che attribuivo all’incompatibilità tra lei e il divo. Tutti gatti, i miei 3 pelosi.
    Per questo non so quantificare il problema😦
    E al lavoro nessun collega ha problemi di pulci coi propri gatti.
    Navigo a vista.

  11. maurizio ha detto:

    Che culo… le pulci ai gatti pensa se arrivavano le piattole…. ma tu sei una brava ragazza e non hai rapporti occasionali… peccato!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...