PICCOLE GRANDI CONQUISTE, PICCOLI GRANDI DOLORI – reloaded

Nel post precedente ho espresso i miei piccoli cambiamenti in questi ultimi mesi, la pazienza verso delle caviglie ancora turbolente, la perplessità riguardo a certe dinamiche interpersonali.

Riprendendo i vari argomenti:
– giovedì ho sfidato le due stronzette e ho inforcato delle scarpe con un tacco più alto di quello degli stivaletti. Capacità di camminata, buona; dolore, scarso. Risultato accettabile, direi, in quanto 4-5 ore ai piedi, anche se in gran parte da seduta, mi pare un buon risultato. E’ ovvio che avessi le mie (non ditelo alla mia fisioterapista!) ballerine in borsa per il cambio…
– Tuttavia in palestra gli esercizi li rivedo sia con l’istruttore della sala pesi sia con l’istruttrice del corso di pilates, altrimenti scatta il dolore per più di qualche giorno. Roba da fare i salti sulla sedia, dalle fitte. A volte mi pare che mi si laceri lì, proprio tra il malleolo e il perone.
– E’ mio uso, a volte, di “mettere il didietro nella pedata” (come si direbbe, però in buon dialetto, dalle mie parti); ovvero capita che una vada proprio a cercarsela e provi a buttar lì un invito per un aperitivo in maniera ironica se non direttamente autoironica, proprio per la scarsa inclinazione all’alcool. Cioè: pur non essendo una grande bevitrice, un aperitivo, un mojito o uno spritz bianco non si nega a nessuno. O, per lo meno e fatti salvi eventuali problemi coi server di posta e impegni su impegni (mmm… comunque indicativi di scarso interesse), io non negherei una risposta. Anche solo per educazione, se non proprio per rispetto verso l’altra persona. Anche se scomoda. Soprattutto se da dietro uno schermo. Timidezza o meno, un pochino di coraggio lo prenderei anche per un “guarda, francamente non è il caso / non sono interessat* a fare conoscenze / non mi stai particolarmente simpatic*”. Per quanto, a pelle o a sensazione, me lo sentissi, tendenzialmente non me l’aspettavo davvero da una persona intelligente e di carattere.
Ma pace. Direi che anche questa è una risposta piuttosto significativa.

Vi lascio con una canzone che  mi sembra adatta a questi ultimi mesi. (Qui potete leggere il testo e una traduzione):

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...