Battesimo di Nipotins

In questo periodo al lavoro non sarebbe possibile prender ferie, solo che io ormai le avevo prese già a marzo e contemporaneamente avevo pure comprato i biglietti del treno,  pagando in totale 40 euro scarsi contro gli 80-95 euro pieni. Per cui avevo la “scusa” pronta, anche se scusa non era. Inoltre avevo già dichiarato che avrei accettato di cambiare ufficio fermo restando le ferie già inserite.
E così è stato.
Giovedì sono quindi partita per Supeimonti, tra l’altro lasciando le ciotole dei gatti pulite e vuote dentro il lavandino. Meno male che la catsitter, che in origine sarebbe dovuta passare i venerdì, è riuscita ad andare a riempire le ciotole a quei poveracci di gatti, proprietari di una bipede simile…
Ad ogni modo, giovedì viaggio, venerdì mattina estetista, pomeriggio sono andata a prendere l’amica invisibile in stazione dei treni a 30km di distanza col diluvio universale, sabato all’alba parrucchiera, pomeriggio una bella confessione col parroco, la sera pizza con le amiche della mia adolescenza, domenica battesimo cumulativo a 10 bambini con altri bimbi che cantavano, oltre all’amica invisibile, soprano sopraffino, lunedì a pranzo riporta l’amica a prendere il treno attraverso un gran nebbione, oggi riparti. (Nel frattempo varie ed eventuali, soprattutto visite e sbaciucchiamenti al mio figlioccio meraviglioso: se i miei madrina e padrino erano colmi almeno la metà di amore e gioia come lo sono io, allora non posso che continuare a sentirmi fortunatissima)
Abbiamo avuto una grande fortuna perché prevedevano brutto tempo e, quindi, freddo, mentre invece è stata una gran bella giornata e il mio splendido Nipotins è stato bravissimo, non ha mai pianto, nemmeno con tutti i passaggi da ospite in ospite e nonostante la stanchezza immane.
Ma lui è così, tranquillo, gioca solo nel suo box o nel lettino, fa grandi sorrisi ed inizia a fare grandi sorrisi. 5 mesi di splendida nipotinità proprio oggi.
Cose da annotare? Mamma tranquilla e serena, bella come il sole, vincente su tutto e tutti: qualcun* di un po’ più giovane ha provato a fare il gioco del chi sta peggio, senza che ce ne fosse di bisogno o richiesta, ma alla fine è rimast* zittit* con una semplice considerazione: dolori, ernie, o meno (facciamo che nemmeno citiamo tumori e operazioni varie, ok?), a 60 e passa anni, mamma ancora lavora come fisioterapista.
Ma le uscite geniali, quelle che vincono svariati punti amarezza, sono state variegate. Soprattutto la magnanima offerta di passaggio in stazione dei treni oggi: ho apprezzato lo sforzo, peccato però che io partissi troppo tardi per quest* person*. Già, peccato davvero, visto che in origine la partenza di quest* person* sarebbe avvenuta poco prima della mia, se mia sorella non fosse stata impegnata in altro posto. E visto che lei e Nipotins non ci sarebbero stati, allora non era pensabile fermarsi, per quest* person*. Ipotizzo però che il viaggio non sia stato diretto verso la meta, quanto più presumo che ci sia stata una sosta intermedia… ma si sa, chi nasce tondo non muore quadrato. Vabbe’.

Intanto vi saluto  🙂

Che altro? Sto tornando a Mari&Monti, non vedo l’ora di essere nel mio letto ché, in realtà,  le mie ferie non sono state propriamente riposanti. Ma, almeno, ho staccato la testa dalla mia quotidianità e tanto basta.

Annunci

3 pensieri su “Battesimo di Nipotins

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...