rapporti difficili

da quando sono a mari&monti, il mio rapporto col genetliaco è piuttosto difficile: nei primi anni di festeggiamento qui, ho avuto feste poco felici. diciamo pure in lacrime o sgradite. in più, nemmeno a farlo apposta, ogni anno c’era qualcuno che riusciva a mettermi di pessimo umore nei giorni antecedenti (o il giorno stesso, ça va sans dire).

è successo talmente tante volte, che ormai parto prevenuta e basta poco per farmi litigare. preferirei che quel giorno passasse in sordina e che solo chi ha piacere, si faccia vivo. non importa se il giorno stesso o, come succede con alcune persone (come non capirle: anch’io mi sono fissata su alcuni compleanni, sbagliati, e non mi schiodo dalle date errate. per esempio quello di collegapreferito.), in ritardo.

a volte scappo da m&m per non farmi fare gli auguri di persona: non so stare sul palcoscenico, al centro dell’attenzione. preferisco starmene dietro le quinte, in realtà.

e quest’anno l’ho fatto: ho preso il treno e sono andata a trovare due amiche in un’altra città: tra involtini vietnamiti fritti, due passi sotto la pioggia, un po’ di shopping, una tazza di the ed un tartufone canino, ho passato una giornata serena. e la pioggia nemmeno si sentiva.

una sfacchinata, ma ne è valsa la pena.

tanto amavo il mio compleanno per come me lo faceva sentire speciale mamma, tanto lo detesto negli ultimi lustri.
ma anche quest’anno sono riuscita a raddrizzarmelo. nonostante qualche incrinatura, poi per fortuna debitamente raddrizzata.

e bon, per altri 36* giorni sono a posto. pfiuh, passata anche questa.

(nonostante qualcuno se ne sia ricordato anche qua… grazie ancora!)

Annunci

5 pensieri su “rapporti difficili

  1. Bia ha detto:

    ricordo i racconti di alcuni compleanni passati… dai, questo decisamente meglio! Un abbraccione e di nuovo auguri :*

  2. ontanoverde ha detto:

    Tanti auguri, anche in ritardo, ma di cuore, un abbraccio forte forte, Renata ♥

  3. LaD ha detto:

    Ti capisco. Fuggo anche io dal mio compleanno da un sacco di tempo. Il mio 19° se lo sono dimenticati persino i miei genitori. Il 30° l’ho passato chiusa in casa da sola. Ma quando hanno diagnosticato a mia madre la malattia che me l’avrebbe portata via per sempre mi è venuto un tuffo al cuore a pensare che non avrei più passato un odioso compleanno con lei. La torta rigorosamente sbagliata (cioccolato – sono intollerante). E quindi ora mi sto “obbligando” a non fare lo stesso errore. Non voglio rimpiangere una giornata, nemmeno una odiosa giornata come quella del mio compleanno. E’ stupido, continuo ad odiarlo… e più si avvicina (manca poco) più mi viene la nausea a pensare ai finti-festeggiamenti. Ho raggiunto un accordo con me stessa: nessuna data sui social network, così passerò in sordina. Che a me gli auguri di facebook, quelli fatti da persone che per strada nemmeno ti riconoscerebbero, danno fastidio. Ma un pranzo in famiglia mi obbligo a farlo. Ingoio il rospo perché è sempre meno doloroso che sapere di aver perso l’ultima occasione per stare insieme…
    LaD

    p.s. Auguri sinceri, anche se non ti riconoscerei se ti incontrassi per strada! =P

  4. Nuvola Rossa ha detto:

    A me sarebbe piaciuto fare il compleanno d estate. Invece sono nata in inverno. Alcuni dei miei compleanni sono stati disgustosi, altri belli. Dipende da come stai a umore. AUGURISSIMI!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...