E-reader: Sony PRS-T3 Reader™ – recensione completa

Dopo il post di recensione e confronto tra i vari lettori e-reader, ecco uno specifico sulla mia scelta finale.

Con l’aiuto del mio preziosissimo Spuntì, vi mostro la confezione del lettore di e-book Sony PRS-T3 Reader e del suo contenuto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le caratteristiche, ve le presento a prova di sloggati ma potete leggerle più dettagliatamente sul sito della Sony: QUI (un riassunto) e pure QUA (più completo).
E’ evidente che questo post sarà molto lungo ma sarà anche molto dettagliato, molto più di quanti ne abbia trovati in rete.
Alla fine metterò i miei PRO, i miei CONTRO, i miei DUBBI e le mie CONCLUSIONI.
Specifico infine che questo prodotto l’ho acquistato personalmente coi miei soldi (anche se lo reputerò poi un regalo di Natale, come già specificato nell’altro post) e non ho ricevuto alcun compenso o incentivo per scriverlo. Insomma, ho volontariamente dedicato qualche ora del mio sabato per scrivere questi due post di recensione (e spero che saranno utili e ricercati esattamente come quelli sulla ditta svedese che produce i copridivani per Ikea e la mia recensione con confronto tra vari mascara).
Detto questo, a voi la mia recensione!

DISPLAY:

  • Display antiriflesso (ovvero opaco) con tecnologia e-ink Pearl (ovvero effetto carta)
  • Display a sfioramento: si trascina velocemente il dito per scorrere le pagine e si tocca per selezionare le varie voci
  • Presenza di pulsanti per scorrere le pagine, per tornare indietro, per andare al menù principale, per entrare dentro al menù
  • Risoluzione 758*1024 (LxA)
  • Scala di grigi a 16 livelli

DIMENSIONI:

  • 6″ ovvero 15,2 cm
  • L 109 mm * A 160 mm * P 11,2 mm
  • Peso 200 g

MEMORIA:

  • Memoria integrata 2 GB (in realtà quella disponibile è inferiore, a spanne siamo attorno a 1,2 GB, tuttavia il sito della Sony indica che ci stanno circa 1200 e-book, ricordando che questo numero dipende dal formato e dalle caratteristiche di ogni singolo file)
  • Memoria espandibile: SI fino a 32 GB

ALIMENTAZIONE:

  • Batteria ricaricabile integrata
  • Durata di circa 2 mesi con però wi-fi disattivato, altrimenti è di circa un mese e mezzo. Merita però ricordare che i calcoli vengono fatti su una media di 30 minuti di lettura al giorno, con formato di lettura epub e che comunque dipende anche dalle condizioni ambientali etc.
  • Tempo di ricarica: circa 2 ore MA con cavo collegato all’adattatore di corrente, mentre presumo che collegandolo al pc ci metta di più.
  • Porta USB compatibile anche con High-Speed USB
  • Wi-Fi presente e facilmente (dis)attivabile

FORMATI COMPATIBILI:

  • File: ePub, pdf, txt, fb2 (il sito però differenzia tra file protetti e non, nel caso andate a vedere)
  • Immagini e foto: jpeg, gif, png, bmp

DIZIONARI:
Presenti 15 dizionari (i principali monolingue europei tra cui NON c’è quello italiano mentre i bilingue sono purtroppo tutti in combinazione con l’inglese) e questi ve li elenco tutti perché in rete non ho trovato molte informazioni (praticamente quasi nessuna). In più l’assistenza Sony mi conferma via mail che non è possibile installarne di altri. Consiglia piuttosto di scaricare un e-book del dizionario che interessa (mmm… comodo, come no…).

Comunque, eccoli:

  • New Oxford American Dictionary;
  • Oxford Dictionary of English;
  • Multidictionnaire de la langue française;
  • Oxford-Hachette French Dictionary (nelle due direzioni EN-FR e FR-EN);
  • Duden-Wissensnetz deutsche Sprache;
  • Collins English-German Dictionary (e viceversa German-English);
  • Diccionario General de la Lengua Española Vox;
  • Oxford Spanish Dictionary (nelle due direzioni EN-ES e ES-EN);
  • Collins English-Italian Dictionary (e viceversa Italian-English);
  • Van Dale Pocketwoordenboek Engels-Nederlands (e viceversa Nederlands-Engels)

Da notare l’assenza di un vocabolario di portoghese e delle lingue dell’Est, oltre che del cinese e dell’arabo.
Credo che i vocabolari siano la più grande pecca di questo dispositivo e-reader.

REQUISITI DI SISTEMA MINIMI CONSIGLIATI per il vostro pc:

  • Da Windows XP (solo 32 bit) in poi e da Mac OS 10.5.8 in poi
  • (meglio se verificate sul sito)
  • Processore Intel da 1 GHz
  • RAM 512 MB
  • Harddisk 250 MB o superiore
  • Schermo 1024*768 con risoluzione con colori a 24 bit
  • Connessione internet con consigliata la banda larga

NELLA CONFEZIONE TROVIAMO:

  • E-book reader
  • Cavo USB micro (NON c’è l’adattatore per la presa di corrente)
  • Guida rapida

APPLICAZIONI PRESENTI:

  • BROWSER: permette la navigazione se collegato al wi-fi
  • TUTTE LE NOTE: si possono creare delle proprie note
  • DIZIONARIO: ne abbiamo appena parlato
  • SCRITTURA A MANO: permette di prendere appunti a mano o fare disegnini, indicazioni stradali, ecc.
  • APPUNTI: si possono prendere appunti / promemoria su un file di testo con formato (credo) TXT o importare file già esistenti
  • IMMAGINI: si possono salvare e visualizzare le immagini però ovviamente sul dispositivo restano in bianco e nero, anche se sul pc saranno colorate
  • CONFIGURAZIONI EVERNOTE: per cos’è e come funziona, vi rimanderei a questo link ma riassumerei dicendo che è una sorta di cloud dove salvare vari tipi di note (testo, foto, audio, etc.), accessibile tramite il proprio account tramite qualsiasi dispositivo che l’abbia installato.
  • CONFIGURAZIONI FACEBOOK: non è possibile collegarsi al proprio profilo di Facebook MA si possono condividere su FB delle citazioni tratte dal libro che si sta leggendo anche dall’e-reader se collegato a wi-fi.  (ATTENZIONE!! questo non è più disponibile se si aggiorna il dispositivo con il firmware descritto qui)

Ed infine ecco i MIEI PERSONALI pro e contro:

PRO:

  • il prezzo: 119 euro in offerta è una buona offerta, ma a prezzo pieno (mi pare sui 139 euro) non merita. Piuttosto, per caratteristiche affini, merita prendere il Kindle base o il Kobo Glo, ricordando la questione della sleepcover già trattata nel post precedente (ovvero: solo lei costa 39,90 euro)
  • ha la sleepcover integrata
  • anche se la sleepcover è aperta, va in stand-by da solo se non lo usi/tocchi per un po’
  • ha la memoria espandibile (ma guardate l’asterisco * nei CONTRO)
  • è slegata dal discorso “sito – e-reader” e non ha limitazioni in fatto di Paesi del mondo (cosa che con Kindle esiste)
  • è semplice da utilizzare
  • non ha tanti fronzoli per fortuna: è e resta un e-reader, non un tablet
  • ha i pulsantini oltre al touch-screen che possono aiutare a girar le pagine quando lo tieni con la mano sinistra mentre sul bus ti stai tenendo con la mano destra
  • è piccolo, leggero, sottile, maneggevole, è carino da vedere, è in 3 colori e sta comodamente anche nella mia piccola borsa
  • ha lo schermo opaco
  • permette di selezionare singole parole o frasi, cercarle sul dizionari, annotarle (salvarle in una nota), evidenziarle, inviarle a Facebook o Evernote
  • mantiene il segnalibro di dove sei arrivat* a leggere prima di chiudere la sleepcover o spegnere proprio il dispositivo
  • mi fa sentire un po’ “alternativa&snob” l’idea di non essere caduta nella rete Kindle o Kobo, ma in realtà è una cavolata, lo so da sola

CONTRO:

  • non ha la retroilluminazione (spero che la prevedano con un eventuale prossimo modello PRS-T4 o magari sotto altro nome)
  • la cover con lucina integrata costa 49,90 euro e sembra sia pesantina, inoltre ho letto in qualche recensione che non è ottimale come intensità (ma sarei francamente curiosa di provarla)
  • ha poca memoria integrata, molto inferiore a quella dichiarata * (1,2 GB iniziali rispetto ai 2 dichiarati. Comprare una microsd è sottinteso, ma qualche GB in più, per un sloggato medio potrebbe anche bastare: mai più ti leggi nel giro di poco 16 o 32 gb di libri -vi ricordo che sarebbero non poche decine di migliaia di e-book!!- rischiando magari di affaticare il dispositivo. E questo discorso vale per qualsiasi dispositivo: troppa memoria esterna può appesantire il funzionamento di smartphone, tablet, e-reader, etc.)
  • DIZIONARI: ecco, questo mi sa che lo scriverò alla Sony. E’ limitato nella funzione dei dizionari, per chi volesse cimentarsi con la lettura in lingua straniera. (Mail inviata, peraltro)
  • non legge il formato mobi (insomma, legge meno formati di altri e-reader)
  • non ha l’adattatore per il cavo USB (ma non ce l’hanno nemmeno i prodotti Kindle e nemmeno i Kobo)

DUBBI:

  • devo verificare l’effettiva durata della batteria perché non mi è chiaro cosa TUTTI i produttori di e-reader intendano con “dura X mesi calcolando 30 minuti di lettura al giorno con tot file di Y dimensioni e formato Z.
  • devo verificare la bontà dei dizionari, almeno quelli di mia comprensione (ché io il neerlandese -olandese, per gli amici- non lo mastico).
  • il software di gestione dell’e-reader per il pc devo ancora studiarlo ma mi sembra molto semplice e semplicistico. Tuttavia è facilmente sopperibile con Calibre, programma che permette di raccogliere e rielaborare file e cartelle di e-book e di convertire un file in altri formati. (Sapevate che il primo lettore per e-book era proprio un prodotto Sony?)
  • il Reader Store non è ancora disponibile per l’Italia, per cui si devono acquistare online o cercarli tra quelli gratuiti (in genere letteratura classica, quella che prediligo) dei siti che propone a questo link.

CONCLUSIONI:
Fondamentalmente, per ora visto che è poco che ce l’ho e per quel che MI riguarda, sono contenta. Non mi interessava un prodotto topclass quando ce n’è uno ad un prezzo ragionevole e con le funzioni che possono servirmi. Anche per la storia dei dizionari in realtà posso arrangiarmi facilmente perché un vocabolario di tedesco monolingue lo so usare e capire, idem per il francese e pure per l’inglese. In più, sono assolutamente in grado di gestire eventuali combinazioni cosiddette “incrociate” (per un italiano sarebbe tipo “inglese/tedesco” o “francese/inglese” e così via). Però mi rendo conto che sarebbe più comodo avere i dizionari nelle combinazioni con l’italiano (slog-pigrizia rules!!) soprattutto per chi magari non mastica proprio tutte le lingue.
Infine, se non avessi trovato questo in offerta, penso che mi sarei lanciata alla ricerca del Kobo Glo ma solo se l’avessi trovato in offerta a 99 euro, visto che la sleepcover costa così tanto. Certo, non è indispensabile, però diciamo che è una grossa comodità e me l’hanno vivamente consigliata i miei amici e conoscenti.
Non avrei preso in considerazione il Nuovo Kindle Paperwhite solo per il costo: sarà pure il più figo etc. però 129 euro di dispositivo più i soliti 39,90 euro per la sleepcover sono davvero troppi. Certo, se me l’avessero regalato davvero, non avrei affatto storto il naso, tuttavia penso che per un’utOnta media-medissima come me, non servono troppi fronzoli (né per uno smartphone, né per un tablet, né per un portatile o pc e tantomeno per un e-book reader).

Questo è quanto. Spero, ripeto, che questo post sia utile.

28 pensieri su “E-reader: Sony PRS-T3 Reader™ – recensione completa

  1. LaD ha detto:

    Per fortuna hai scelto questo… il Kobo proprio non mi ispira!!
    Io ho il Kindle base e francamente sono contenta. Prima di tutto per la compattezza e la leggerezza. Batteria dura un mesetto e leggo un paio di ore al giorno. Non ha la retroilluminazione, vero… ho comprato una lucetta da 3 euro di quelle che si usano per i libri e funziona perfettamente. Poi ho realizzato che vivendo da sola posso accendere la luce anche di notte se voglio leggere… ma vabbè! Mi piace che dal sito di Amazon posso inviare i miei acquisti direttamente al dispositivo senza il minimo sbattimento. Un numero considerevole di libri, sia gratis che a pagamento. Ogni giorno vengono selezionati 1-3 titoli messi in offerta a 0,99 euro… fantastico. Poi… diciamo che alcuni libri li ho “noleggiati” e con Calibre il trasferimento su kindle è velocissimo. Settimana scorsa mi si è rotto lo schermo. Momenti di panico. Ho chiamato mercoledì sera verso le 17 il centro assistenza, una volta appurato che era un possibile difetto di fabbricazione mi hanno inviato un dispositivo sostitutivo. Partito alle 19, consegnato giovedì mattina prima delle 12. Fenomenali. E la restituzione del dispositivo vecchio è a loro spesa. Detto questo sono stata tentata per anni da quello di Sony… alla fine ho scelto Kindle per una questione di prezzo. Non credo che cambierei più, mi sono abituata e mi trovo molto bene. Amo che non sia touch, Va in stend-by senza alcuna custodia. Insomma… I love Kindle! Ma approvo la tua scelta! Anche se il Sony l’avrei preso rosso…

  2. Perennemente Sloggata ha detto:

    Apperò!
    Ecco, l’importante è essere contenti del proprio acquisto: io sapevo cosa volevo e cosa no, l’unico dubbio mi resta sulla retroilluminazione ma in effetti ci sono le lucine da legarsi al dito, se proprio proprio proprio 🙂
    Per il colore… Sono quasi pentita anch’io, indecisa tra rosa shocking e bianco.

  3. thecat3.0 ha detto:

    Beh… uin ebook reader con schermo retroilluminato diventa un tablet, quindi perde il senso x cui è nato… Il bello del reader è che ha schermo a tecnologia e-ink, il che significa che è esattamente come leggere sulla carta. Se ci metti la retroilluminazione l’esperienza di lettura è come quella che puoi avere su ipad, o su qualsiasi altro tablet “normale”, con relativo affaticamento della vista, impossibilità di lettura sotto il sole e quant’altro…

  4. esprit74follet ha detto:

    All”ombra gli e-reader si leggono benissimo, e anche al sole (testato quest’estate in spiaggia). Con lo schermo retroilluminato, invece, al sole non si legge facilmente (anche qui l’ho testato quest’estate col telefonino). Naturalmente, al buio invece è necessaria una lucina. Marito e io abbiamo un kindle e ci troviamo decentemente. Però… è comodo, ma semplicemente non fa per noi, che amiamo i libri di carta. Alla fine l’unico uso che ne abbiamo fatto è stato proprio in vacanza, cosa che ci ha evitato di portarci dietro chili di libri come facevamo di solito, ma che ha generato non pochi malumori perché abbiamo un solo e-reader (col prezzo che hanno non ne abbiamo comprato uno a testa)

  5. Perennemente Sloggata ha detto:

    posso capire. è questione di feeling. io lo sto amando tantissimo, ma davvero. tuttavia capisco la vostra opinione: con la tecnologia basta poco per amare o meno un prodotto. io odiavo un portatile (pc) per la tastiera: avevo un toshiba meraviglioso ma la tastiera mi mandava ai matti, mentre con quella di stampo asus ci andavo felice.
    però detesto scrivere con touch-screen.

    mi conforta quello che dici per la luminosità.

  6. SarinaElba ha detto:

    Io ho comprato un reader Sony, credo sia il modello precedente al tuo, ormai da più di un anno e mezzo.. Mi ci trovo benissimo e lo consiglio a tutti.. L’assenza di retroilluminazione è una delle cose che apprezzo di più, la batteria dura davvero tanto, non ci trovo nessun contro vero e proprio.. La custodia me l’ha fatta a mano mia mamma, quindi problema cover risolto 🙂 Che dire, io sono soddisfattissima del mio acquisto (tra l’altro quando l’ho preso io di reader se ne parlava ancora ben poco..), vedrai che sarà difficile non apprezzarlo 😉

  7. Luckyroma ha detto:

    Salve Perennemente Sloggata, visto che hai questo Sony T3, mi sai dire se è vero che c’è anche un browser funzionante, come ho letto da qualche parte? Io penso che sarebbe utile ad esempio per vedere su Wikipedia chi è una persona citata nel libro che non sappiamo cosa abbia fatto.
    L’apparecchio sembra interessante per il prezzo, ma la mancanza di luce per la lettura notturna può essere un problema.
    Ciao e complimenti per la spigliatezza della recensione.

  8. Perennemente Sloggata ha detto:

    Rieccomi, Lucky!
    Innanzitutto grazie per il commento e il complimento: quando mi appassiono (positivamente o negativamente) ad un prodotto, devo assolutamente dire la mia. Ovviamente alla mia sloggatissima maniera!
    Ora ti rispondo precisamente: sì a tutte le tue domande!
    Mi dilungo un po’: se leggendo, ti imbatti in una parola o una persona che ti incuriosisce, puoi tenerci il dito sopra (senza premere forte, quel tanto che si crei una sorta di leggera pressione) e la parola si seleziona. Tu poi puoi decidere se mantenere quella selezione o ampliarla a più parole.
    Nel momento in cui si visualizza la selezione, in basso nella pagina esce il riquadro con la traduzione (se è impostato il dizionario corretto per quella lingua, altrimenti ti dice che non ha individuato alcun risultato e ti cambi facilmente la direzione linguistica del dizionario) ma contemporaneamente anche altri riquadri: evidenziatura (ti evidenzia in grigetto tutta la parte selezionata), nota (ti permette di inserire una tua nota “per tastiera” o “per disegno”), invia a (a Facebook o Evernote, insomma puoi agganciare il tuo account Fb ma solo per condividere una citazione, non entri su Fb. Evernote non lo uso, per cui non so), ricerca (su Wikipedia, Google, in questo libro).
    E’ chiaro che per fare la ricerca su Wikipedia o su Google tu debba aver acceso il wi-fi del dispositivo, altrimenti non si connette ad internet.
    Per cui, per farla breve: sì, esiste la possibilità di fare una ricerca in maniera piuttosto agevole e di accedere anche tramite un browser (lo trovi tra le applicazioni) anche alla tua posta elettronica. Ovviamente la visualizzazione è molto easy, ma d’altronde il dispositivo in questione non è pensato come un tablet ma come un e-reader realistico e funzionale.

    Passando alla questione della luce, credo che sia una preferenza assolutamente personale. Forse ogni tanto la gradirei anch’io ma tutto sommato, ne faccio a meno: lavorando già col pc, vorrei evitare uno schermo illuminato.
    Dipende tanto da cosa cerchi tu, visto che stanno iniziando a calare coi prezzi anche i classici Kobo e Kindle.

    Se hai altri dubbi, consigli, perplessità, domande, chiedi pure 🙂

  9. Gio ha detto:

    ‘Sta storia della “retroilluminazione” non la capiro’ mai: insistete tutti a propinarla e non e’ affatto cosi’, e’ una “frontilluminazione” visto che e’ sopra-e-vero lo schermo, e non sparata da dietro lo schermo direttamente sulla retina, e’ esattamente come comprare la cover con la lampadina, anche io passo il tempo davanti al monitor pero’ il Glo in serata non mi ha mai stancato, non piu dell’uso dell’abat-jour con il Kindle …. invece una serata con l’iPad = una mattinata col Moment 🙂

    Comunque sia : dopo un anno passato col Kindle “basic” e altri 16 mesi di Kobo Glo stavo valutando altri lettori, un po’ per necessita’ (perche’ mi sta abbandonando la batteria) e un po’ per scelta (sono stufo del “touch” non sempre responsivo, preferisco tasti fisici).
    Ho trovato questa recensione molto interessante, pero’ avrei un paio di quesiti:

    – cretinata: non esiste proprio un vocabolario italiano, nemmeno side-loaded (di straforo) ? Non sono un devoto-oli ambulante, IO 🙂 e spesso mi serve per termini arcaici e scientifici (mi sovviene “tropismo” beccato ieri … si lo sapevo eoni fa’, poi mi sono dimenticato il significato);

    – molto piu importante, come si accede al dispositivo? Su Kindle e Kobo mi limito a collegarlo come una “chiavetta USB”, copio quello che mi interessa e stacco, qui c’e’ scritto che il software non e’ di facile utilizzo, da altre parti ho letto che la gestione delle librerie non e’ semplicissima, puoi spendere due parole sul trasferimento dati? Premetto che io non organizzo alcuna libreria: mi basta una unica directory dove buttare una decina di libri a settimana vorrei essere sicuro di poterlo fare senza diventar matto con softwares intermedi, ne dover creare librerie separate etc etc, mi basta quella di default.

    grazie!
    ciao

  10. Perennemente Sloggata ha detto:

    Bentrovato Gio!
    Allora, ti rispondo a punti 🙂
    – chiedo scusa, non mi veniva proprio la definizione corretta per l’illuminazione. Che però, in realtà, parte dal lato dell’e-reader e non è come la lucetta sopra. Io l’ho capita così. Per il resto, la tua disamina è corretta.
    – no, non esiste un vocabolario italiano tout court, nel post ho copiato l’elenco completo di quello che c’è, proprio perché su internet non avevo trovato informazioni in tal senso. Per cui l’unica soluzione è essere collegato al wi-fi e fare ricerca tramite Wikipedia o Google. Avevo anche scritto alla Sony in merito ai vocabolari, ma la risposta è stata deludente. Tanto più che anch’io mi perdo a volte in parole anche sciocche… (anastrofe e simili: mai mi ricordo qual è cosa!)
    – su questa, ti rispondo al volo, magari rifarò un post su questo aspetto, però in linea di massima è come dici tu. Io non ho ancora capito del tutto una cosa, ma ho intuito che la gestione su dispositivo cambia visivamente se il salvataggio dell’e-book avviene su dispositivo o su microsd. Ma l’operazione di partenza è facile e uguale per entrambe, come hai scritto tu.

  11. Gio ha detto:

    ciao Sloggata
    e grazie per la risposta

    riguardo alla illuminazione non mi riferivo alle tue opinioni ma a quelle esposte nei commenti: si e’ ad un lato e la chiamano “perimetrale” ma non e’ vero perche’ l’illuminazione non e’ affatto “perimetrale” : da un solo lato (in “basso” per il kobo) ci sono 5 led che di per se’ non illuminerebbero una coccinella 🙂 ma che trasmettono la luce ad uno strato di un fibre ottiche puntate verso lo schermo, e tale strato sta “sopra” il livello dell’e-ink (ben differente che avere il corrispondente di 20 watt sparati in faccia…) comunque, senza finire in tecnofrottole, assicuro a tutti che stanca zero: io personalmente l’ho sempre usata al minimo per compensare un poco la scarsita’ di luce serale/ambientale e siccome ho gravi problemi di vista vi assicuro che sarei il primo a risentirne (quando accendo l’ipad alla sera sento le “puntine” nella retina :)), ma non muoio senza, in piu consuma un poco piu velocemente la batteria (anche se di poco) e fa si che la cornice sia paffutella e rialzata rispetto allo schermo (quant’era bello e strapiatto il kindle “no-light no-touch”… personalmente ricomprerei quello, ma ho abbandonato i mobi per gli epub, e non voglio crepare di conversioni via calibre)

    per il dizionario chiedevo perche’, vero che hai messo la lista, ma ricordo che un mio amico (che pero’ aveva il T2) ne aveva caricato uno in italiano con qualche tramino che sinceramente non ricordo (non “ufficiale” ovviamente, probabilmente sfruttando il meccanismo di ricerca in un epub? boh…)

    riguardo invece a quello che mi importava veramente … quindi mi confermi che una volta collegato mi appare come una memoria di massa USB, per la SD non mi preoccupo, l’ho usata pochissimo e 1GB mi basta e mi avanza (io cancello i libri una volta letti), il Kobo, se inserita la SD, mostra semplicemente 2 “chiavette” separate (la memoria interna e la SD), a questo punto immagino che sia la stessa cosa per il Sony, ma, ripeto, la SD non conto di usarla (non la sto usando nemmeno adesso, e il Kindle non aveva neppure lo slot..), credo sia un argomento che interessi di più gli utenti pdf e cbr (i fumetti)

    appresto e grazie ancora
    Gio

  12. Perennemente Sloggata ha detto:

    Ma grazie a te per i tuoi commenti utili e puntuali 🙂
    Allora, per l’illuminazione io avevo visto dal vivo quella di altri passeggeri del mio bus oppure di quello del confronto dell’altro post e mi sembrava un’illuminazione eccessiva. Ma in effetti non so che lettore fosse quello del passeggero del bus.
    Per il dizionario, mi pare di averlo messo in un altro commento, ma allora si necessita di un approfondimento a parte, avevo scritto alla Sony che mi aveva risposto – sostanzialmente – che quelli sono i dizionari. Punto. Se mi interessa qualche altro dizionario, posso scaricarlo come e-book e consultarlo all’occorrenza. Ovvero: uscire dal mio libro in lettura, andare sul dizionario, sfogliarlo, tornare sul mio libro.
    Onestamente troppo macchinoso rispetto all’averlo già installato. Infatti nei CONTRO ci sta proprio la questione dizionari.
    Spero che abbiano preso nota del mio appunto pro futuro.

  13. Gio ha detto:

    Non so chi tu abbia visto, certamente la luminosita’ al 100% e’ da pazzi (allora si che ti ammazza come un retroilluminato), io l’ho sempre tenuta all’1% (praticamente serve a rendere piu “bianco” lo sfondo, e si intravede a malapena in un salotto, di sera).
    Usarla in autobus o all’aperto e’ sembra inutile pero’ … ora che ci penso su Paperwhite non si puo’ spegnere (sul Kobo si).

    Uffa ‘sta storia del dizionario mi fa’ un po’ girare … e’ dal T1 che non esiste, col T2 stessa storia … se tanto mi da’ tanto la Sony se ne freghera’ in eterno di noi poveracci 😦

  14. Perennemente Sloggata ha detto:

    Scrivi alla Sony!
    Io l’ho fatto ed il mio scambio di mail è stato:
    “Buona sera,
    ho comprato oggi l’e-reader PRS-T3 e vorrei capire se è possibile installare (e come) un dizionario solo italiano, un dizionario bilingue italiano francese ed uno italiano tedesco.
    Ringrazio sentitamente e porgo i miei più distinti saluti”

    E mi hanno risposto:
    “Gentile Sig.ra Sloggata,
    La ringraziamo per la Sua gentile mail.
    In merito alla Sua comunicazione, ci dispiace informarLa che non è possibile scaricare un dizionario oltre a quelli preinstallati. In alternativa, può scaricare un dizionario in formato .pdf come qualsiasi e-book.
    Rimaniamo a Sua disposizione per qualsiasi ulteriore informazione e cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti.”

    Al che ho tenuto a precisare:
    “Ringrazio per la risposta cortese e tempestiva.
    Vorrei però invitare Sony a ripensare la questione dei dizionari non scaricabili, perché la trovo una grande pecca, soprattutto considerando che c’è il neerlandese ma non il portoghese, non c’è un dizionario monolingue italiano (e credo che possa essere un passo in più per invogliare la gente a leggere e capire, c’è ancora troppa ignoranza in Italia).
    Inoltre vorrei segnalare il primo post che ho pubblicato sul mio blog sul come sono arrivata al Vostro prodotto (https://perennementesloggata.wordpress.com/2013/12/07/e-reader-linizio-la-scelta-il-confronto-sony-prst-3-vs-kobo-aura/) attualmente pubblicato, e poi quello specifico sul Vostro prodotto che sarà visibile a partire da lunedì 9 dicembre alle 9 (https://perennementesloggata.wordpress.com/2013/12/09/e-reader-sony-prs-t3-reader-recensione-completa)
    sperando che possano essere spunti di riflessione utili per la Vostra Azienda.
    Ringrazio ancora e porgo i miei più distinti saluti”

    E hanno concluso così:
    “Gentile Sig.ra Sloggata,
    La ringraziamo per la Sua gentile mail.
    Le assicuriamo che la Sua segnalazione e` stata inoltrata al dipartimento di competenza, cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti.”

    A questo punto spero che tengano d’occhio questi due post oppure che prendano davvero spunto da questi suggerimenti.

  15. Gio ha detto:

    ciao Sloggata

    Scrivergli non mi costa ovviamente nulla, anche se credo che sia piu veloce convincere uno dei miei gatti che la casa e’ mia e non sono il loro ospite, e non viceversa come sembrano pensare.

    Visto che dici che manca anche il banale portoghese mi viene un sordido dubbio: probabilmente hanno previsto il pieno supporto per i paesi dove esiste anche lo store online dedicato, come a dire che negli altri (ie: Brasile) non dovrebbero neppure venderlo … pero’ tanto per fare 2 euro in piu (non gli basta la Playstation :)) Sony “Italia” lo mette in commercio “tanto per fare” e in Giappone se ne fregano bellamente.

    Giusto i miei due cents.

  16. Perennemente Sloggata ha detto:

    mmm… ci pensavo anch’io, che sia stata una boutade per raccoglier qualche soldo in più e che magari prossimamente uscirà un e-reader con altro nome ma con qualche miglioria. (francamente, dalla risposta che mi hanno dato, dubito)

    se riesci a far capire ai tuoi gatti che la casa è tua, ti assumo! io ne ho 3 per i quali io sono di loro proprietà e quindi devo essere sempre sotto il loro controllo (e che miagolate! non importa se sono loro che se ne vanno…), in più loro sono gli arredatori di casa (la Rossa soprattutto)…

  17. Gio ha detto:

    Pero’ mi prende la cover incorporata e i tastini … maledetta Sony … costasse il “suo” prezzo (secondo me non piu di 80€ vista la concorrenza a 59€ -quelli “da baVboni” senza la lucina- + 20€ di cover) non ci penserei un secondo, invece 10€ di differenza con un lettore con la (possibilita’ di) luce, tonnellate di vocabolari e fonti (il kobo ha anche quella per i dislessici!!) pero’ senza cover …intanto tiro innanz e leggo col cavetto di alimentazione collegato 🙂

    Per i mici … fortunata: io ne ho quattro, due dei quali “arredano” in maniera molto creativa, mentre gli altri due si divertono a “parlare” tutto il santissimo giorno.

  18. Ciro ha detto:

    Purtroppo ho comperato questo prodotto, di scadentissima qualità, sia dal punto di vista tecnico sia per la scadentissima assistenza tecnica.
    Dopo 6 mesi di utilizzo lo schermo si è bloccato l’assistenza locale ha inviato il tutto alla sede di Bologna, che si è inventata uno schiacciamento dello schermo (mi si è bloccato in mano mentre stavo leggendo), senza parlare del fatto che l’assistenza della mia città se ne altamente fragata del mio problema.
    Il prodotto è inutilizzabile al buio e ha una qualità dello schermo non di primo livello.
    In complesso parere assolutamente negativo!!!

  19. Perennemente Sloggata ha detto:

    Mi spiace molto per la Sua disavventura, Ciro. Ha provato a contattare l’assistenza di Sony via mail? Oppure dalla pagina di Fb, un bel commento pubblico… in genere in questo modo le aziende, per evitare figuracce, contattano privatamente i clienti…
    Mi faccia sapere e in bocca al lupo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.