Tares: conguagli e conti, fatemi capire

Ieri sera, ovvero lunedì 2 dicembre 2013 torno a casa e nella cassetta delle lettere trovo la busta dell’ente riscossore della Tares, la tassa dei rifiuti.
Apro la busta e nel primo foglio trovo il conguaglio di 17 euro, da pagarsi entro il 30 novembre 2013 (ah, cominciamo bene!!).
Però se si paga entro il 31.12.2013, non verranno applicate sanzioni. Mentre la seconda rata, va pagata entro metà febbraio 2014.

Ehi, quale seconda rata??

Guardo gli altri fogli: 3 moduli F24 precompilati, ovvero uno da 17 euro, un altro da 17 euro (come sarebbe??) ed uno da 42 euro.

ALTOLA’, FERMI TUTTI!

Come sarebbe a dire: due moduli da 17 euro ed uno da 42, se nel primo foglio si parla di 17 e basta?
Riprendo il foglio, guardo bene e in calce, in piccolo, leggo una tabellina:
prima rata – X euro – pagato
seconda rata – Y euro – pagato
terza rata – 17 euro – da pagare
quarta rata – 42 euro – da pagare.
Vedo un ulteriore foglio che parla di 17 euro ed io continuo a non capire.

MA E’ CHIEDERE LA LUNA, DI POTER RICEVERE IN TEMPO CIO’ CHE VA PAGATO E SOPRATTUTTO CON FOGLI CHIARI E SEMPLICI??

E non sono l’unica in questa situazione!
Per cui, ho scritto direttamente alla società di riscossione e se non rispondono mi attaccherò al telefono, visto che saranno sommersi di chiamate.

Siamo il paese dei buffoni, dove le comunicazioni di quante tasse&imposte dobbiamo pagare arrivano o agli sgoccioli o addirittura dopo la scadenza.

Ma io continuo a organizzare la mia fuga all’estero, non si può continuare così!

 

Rettifico il post: nel primo foglio si parla solo di 17 euro. Nell’ultimo foglio si parla della somma totale e dei 42 euro nella tabellina.

Annunci

12 pensieri su “Tares: conguagli e conti, fatemi capire

  1. Bia ha detto:

    Prendimi con te quando andrai all’estero… vorrei andare a vivere in Austria, ma non so il tedesco… questo paese ormai è solamente merda e schifo!

  2. Shunrei ha detto:

    Guarda, è uno SCHIFO. Maiuscolo.
    Se c’è una materia che dovrebbe essere chiara, con regole lineari, scadenze fisse e decise con largo anticipo, aliquote idem… dovrebbe essere quella fiscale: tasse, imposte e compagnia bella. Invece no: non si capisce mai una beneamata mazza, ogni settimana cambiano una scadenza, la settimana dopo cambiano un nome, quella dopo ancora dicono che non si paga, quella dopo ancora che alcuni non pagano altri sì… finchè il contribuente sbrocca e paga ad michiam pur di levarsi dalle balle lo spettro di un’Equitalia che ti tortura perchè hai sbagliato di 3 centesimi.
    A proposito, m’hai ricordato che devo sentire la mia fida amica fiscalista per la seconda rata dell’IMU (quanto meno per il nostro secondo garage e per i 3 metri quadri di appartamento che il Consorte ha ereditato da sua nonna insieme a suo fratello e alle zie). Se qualcuno ha capito qualcosa pure di quella, son tutta orecchi… io non c’ho ancora capito una mazza.

  3. Mafalda ha detto:

    Anch’io sono convinta che la fuga all’estero sia l’unica soluzione. Questo Paese è diventato uno schifo sotto tutti i punti di vista!

  4. Perennemente Sloggata ha detto:

    gattacicova: a me totali sono meno di te, ma io ho l’agevolazione dell’essere single e di avere una cinquantina di metri quadri calpestabili (e meno male che non contano i gatti…)

    Bia: ah, lì te la cavi anche con l’inglese. Io andrò dove troverò, ovunque va più o meno bene 😀

    Shunrei: ecco, appunto. L’amica che mi fa le dichiarazioni evita di guardare giornali ecc. finché non arrivano le disposizioni definitive, per evitare di farsi confondere. E francamente non vorrei lavorare come lei per un commercialista: la vecchia guardia non aveva tutto ‘sto caos normativo e sapeva il fatto suo. Oggigiorno invece non c’è modo di capire nulla.

    Mafalda: io sto provando a costruirmi qualche via d’uscita, possibilmente fuori dai nostri confini.

  5. maurizio ha detto:

    se mettevamo un asino al governo tutto sarebbe stato più chiaro…. inutile abolire tasse per un anno per poi rimetterle, maggiorate, l’anno dopo…..comunque tu paga e non lamentarti altrimenti cediamo mari e monti al paese estero più vicino….. che mi sembra sia la Siberia!

  6. Perennemente Sloggata ha detto:

    Cama: hai ragione. Ma tranquillo, ci stanno pensando alcuni Mari&monticoli a chiedere l’estromissione dall’Italia… anche perché il Paese vicino è più o meno sull’orlo del fallimento… Solo che l’Italia ci ha messo mezzo secolo, loro qualche decennio 😀

  7. Lexla ha detto:

    Ciao! Il nome del tuo blog mi dice qualcosa, avevi un blog su splinder una volta? Io avevo un blog su splinder, si chiamava sono una commessa non sono una santa. Scusa il disturbo, ma il tuo nick mi dice qualcosa! Se mi sono sbagliata scusa ancora 🙂

  8. Frago lina ha detto:

    mmmmmmm meglio che non ti dico la mia tares va…
    i nostri politici la devono smettere di fare i buffoni e le tasse devono calare…

    rettifico: dobbiamo fermare i nostri politici e le tasse devono calare….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...