Settimana veterinaria per la famiglia Spuntìni – 2 ep.

Dicevamo: se tanto devo stressare me e lui, tanto vale far vedere tutti per un controllo.
Bene.
Non l’avessi mai fatto! Mentre uscivamo dalla clinica per risalire in taxi, non vi dico che folate di vento non si sono alzate! (Insomma, la clinica sarà in una buona posizione, ma non per quanto riguarda il vento, per come vi si incanala!!) E con esse, anche la copertina sopra la borsa trasportino di Spuntì.
E così mi ritrovo, una sera, a tornare a casa, aprire la porta di casa e non trovarmi Spuntì sul mobiletto davanti alla porta. Chiudo la porta, mi tolgo le scarpe, ma nulla. Di Spuntì nemmeno l’ombra. No buono.
Al che, vado in salotto e lo trovo ronfante dentro una cuccia.
Proprio no buono.
Infatti: starnutisce e ha un occhio chiuso.
La notte mi sta incollato addosso. Ok, solitamente mi dorme addosso o vicino, ma percepisco una sorta di differenza, come se mi stesse proprio appiccicato. Per cui, al mattino, chiamo la Veterinaria, mi confronto soprattutto visto che siamo verso fine della settimana e glielo porto: congiuntivite. E pure brutta. Per cui, impacchi di camomilla, aerosol pure per lui e pomatina dentro l’occhio.

Ora, non che mi dispiacesse uno Spuntì pacato e tenero, costantemente alla ricerca di contatto fisico e coccole (quando non riposava), ma vederlo così, abbattuto, calmo, silenzioso, francamente mi provoca uno stato di pena inaudita. (Non oso pensare se avessi un figlio…)
La cosa “divertente” è che prima facevo fare l’aerosol a Spuntì, poi quando lo facevo uscire, quel genio di Tamino si annusava il trasportino e ci si infilava dentro. Solo che dovevo andare a cercarlo quando avevo ripreparato il diffusore dell’aerosol.

Il giorno che tornando a casa ho visto arrivare cooooooon calma Spuntì e mettersi a miagolare per le pappe, beh, ero più tranquilla. Ora che si sta avvicinando alla guarigione (l’occhietto è meno gonfio e meno rosso), si sta anche riprendendo nelle sue abitudini di miagolare per le pappe. La cosa che più mi sbalordisce è che non mi ha ancora squarciato mani nonostante le torture che gli infliggo tra la pulizia dell’occhietto e l’aerosol… Senza contare le scene da cartone animato: quando vuoi infilarlo nel trasportino a forza e lui intuisce un minimo di titubanza o distrazione, taaaaac! Ecco che gli sbucano altre 20 zampe invisibili con cui farà resistenza per entrare. (Il trucco sta nel prendere le zampe come fosse un maialino da appendere allo spiedo, sempre che non ti azzanni lui prima)

Ora direte: beh, dai, sei quasi in dirittura d’arrivo, tieni duro ché è quasi guarito pure lui! (Tamino nel frattempo è tornato il coccolone di sempre, col suo bellissimo e morbidissimo pelo invernale)
E invece no! Invece!
La Rossa inizia a starnutire e a tirar su col nasino! E i gatti non hanno la buona creanza di soffiarsi il naso col fazzoletto, eh, no!
Per cui, importuna nuovamente la Veterinaria e… vai di aerosol pure con lei. Poraccia.

Poraccia lei? Ah, no, poraccia me, poraccia!!
Nel frattempo sospendo la tortuna a Spuntì, visto che dev’essersi rotto qualche terminazione sanguigna nel naso, visto che quando starnutisce c’è anche un pochino-ino di sangue. Diamogli tregua.

E voi direte: beh, dai, se lo sono passati l’uno con l’altro, il raffreddore, ma sistemato quello, tu sei tranquilla.

Sì. Perché nel frattempo mi sono trovata la Guardia di Finanza a casa. Ma questa è un’altra storia.

Stei tiund!

Annunci

9 pensieri su “Settimana veterinaria per la famiglia Spuntìni – 2 ep.

  1. Perennemente Sloggata ha detto:

    alla fine sì: rientravo in casa con l’ordine mentale delle cose da fare: pastiglietta a spuntì chiuso in bagno a mangiare mentre tamino faceva l’aerosol, nel frattempo andavo a disinfettare la rossa, poi prendevo spuntì e aerosol pure a lui, infine pappe per loro e in ultimo per me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...