Un minuto di silenzio per la tastiera italiana.

* operatortrice
+ utonta

+ il cognome sarebbe marcorè ma sulle polizze l’accento si trasforma in numero e quindi ho lasciato marcore
* guardi, le lettere accentate vanno sostituite con lettera normale seguita da apostrofo
+ l’apostrofo sarebbe quello sotto il punto interrogativo?
* …

Annunci

11 pensieri su “Un minuto di silenzio per la tastiera italiana.

  1. Shunrei ha detto:

    Non dimentichiamo una delle abilità base degli utOnti: complicare le cose semplici (di norma attraverso l’inutile o l’assurdo)! 😉

  2. grimilde79 ha detto:

    In realtà l’apice è un simbolo simile all’apostrofo, ma più usato in matematica. Quindi spesso vengono scambiati 🙂

    L’importante, però, è sapere che si trova sotto il punto interrogativo! 😀

  3. Rachele ha detto:

    Ciao, e piacere di conoscerti! Io ho sempre impostato la tastiera che ho imparato a memoria, anche con quelle straniere. Funziona, basta che non guardi i tasti quando scrivi, senò ti senti proprio scema!!! 😉

  4. Perennemente Sloggata ha detto:

    Missstuffo e Franci: appunto…
    Shunrei: no, ma perché, come puoi anche solo lontanamenteo pensarlo??
    Grimilde: peraltro… E appunto, almeno sapeva dove trovarlo 😀
    Rachele: piacere mio! Idem: vado di shift+alt e cambio tastiera al volo, come se fosse una maiuscola o meno, quando devo passare velocemente da una all’altra 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...