Genitori cari, se i vostri figli sono così da piccoli, non stupitevi se peggiorano da grandi!!

In attesa di adozione SERIA: 4 meravigliosi micini di 1 mese, dei bambini li stavano annegando!

Ormai mi conoscete e sapete che raramente tratto argomenti di politica, di cronaca o faccio girare appelli. Ma questo appello di ADOZIONE merita essere condiviso con qualche riflessione.
Non me ne vogliano i miei amici genitori che so essere persone attente ai loro figli, perché questo post non è indirizzato a loro.

Una mia amica traduttrice mi ha segnalato il post linkato alla foto (cliccateci su e leggete la breve ma agghiacciante storia) ed io vorrei riassumerla e commentarla:

Un signore ha sentito dei pianti soffocati di gattini provenire da un gruppetto di bambini che stavano ammazzando il tempo (e non solo quello, è il caso di sottolineare) cercando di annegare quattro cuccioli dentro a dei sacchetti in un catino d’acqua.
Sia ringraziata la Dea Bastet che quel signore si è accorto del dramma in corso ed è riuscito a salvare queste creature da dei babykiller che si stavano annoiando.
Traduco: DEI BAMBINI STAVANO ANNEGANDO CIOE’ AMMAZZANDO DEI MICETTI PER NOIA.
La cosa mi lascia basita ed ancor di più mi inquieta il fatto che il salvatore dei gattini ha dovuto discutere animatamente con le famiglie di questi assassini in erba! Ma dico io, ma tu a tuo figlio che cazzo insegni?? Questo stava per compiere una tragedia e tu pure lo difendi??
Innanzitutto, il rispetto per la vita dovrebbe essere uno degli insegnamenti base, se poi nonostante tutto succede un fattaccio simile, la punizione dev’essere esemplare!

Per cui, cari genitori della sabbietta dei miei gatti, se i vostri figli cominciano così fin da piccoli, immaginatevi cosa possono fare da grandi! E non stupitevi e si mettono nei pasticci! E guai se vi sento dire “ma è solo un ragazzino / ma è un così bravo ragazzo”!
Perché crescere ed educare un figlio è difficile, potete insegnargli tutto il meglio ma lui poi prenderà la sua strada. Ma se gli inizi sono già così… beh, non venite a piangere da me!

Advertisements

17 pensieri su “Genitori cari, se i vostri figli sono così da piccoli, non stupitevi se peggiorano da grandi!!

  1. unanuovavita ha detto:

    QUASI alla pari con i genitori che vanno a scuola a picchiare gli insegnanti perchè hanno *osato* bocciare il loro figlio…. ai miei tempi, se l’insegnante mi avesse bocciato, a prendere botte dai miei genitori sarei stata io.
    Il rispetto e l’educazione verso qualsiasi forma di vita va inculcato da subito nei bambini… ma dubito che QUEI genitori ci arrivino 😉
    (p.s. poi ci sono anche gli estremi, mia figlia mi accusa se uccido un ragno perchè “pensa povera ragnetta se hai dei ragnini piccoli che la aspettano a casa e tu hai ucciso la loro mamma!” ;D)

  2. Marta ha detto:

    Penso che l’unica, possibile e plausibile reazione dei genitori sarebbe dovuta essere sgridare e punire quei bambini, facendo sì che si rendessero conto della gravità e delle conseguenze della loro azione.
    I bambini, anche i più buoni e tranquilli, a volte non si rendono conto di ciò che fanno e ho scoperto che diversi bambini – per lo più maschietti – tendono ad avere un atteggiamento piuttosto crudele con gli animali. Questo non significa lasciarli far,e anzi, è l’occasione buona per insegnar loro il valore della VITA e il profondo rispetto dovuto ad ogni essere vivente…

  3. elipiccottero ha detto:

    Dipende molto dall’età dei bambini. Se avevano 6 o 7 anni, la cosa è abbastanza normale – un po’ estrema, se vogliamo, ma non patologica. Se erano più grandi no, non va bene. I genitori, comunque, non avrebbero dovuto difenderli, ma spiegare loro (se erano piccoli, ripeto) il rispetto dovuto anche agli animali. A quell’età bene e male non sono concetti già introiettati… Se erano più grandi, i genitori avrebbero dovuto punirli e stop.
    Ma parliamo di questioni accademiche, non sapendo quanti anni avessero…

  4. ilsonnambulo ha detto:

    Se non gli si insegna i fondamentali, e poi se non si è presenti anche nei pochi momenti che questa vita frenetica ci impone , la fine che fanno è questa. Hanno tempo di sbagliare quando son grandi!!

  5. SkinnyGirl ha detto:

    Se c’è una cosa che insegno a Nano da quando è piccolissimo -perchè ci credo profondamente- è essere gentile con i più deboli: l’anziano, la persona malata, il bambino con problemi, il cane/gatto randagio nella nostra famiglia hanno la priorità assoluta. Se non pensi a loro con amore e rispetto sei una persona che non vale niente.
    Poi i bambini sono imprevedibili per carità, ma a meno che non siano davvero piccoli mi chiedo pure chi sono gli adulti che hanno dietro.

  6. liberamente80 ha detto:

    …sono di sasso.
    Purtroppo genitori insensibili crescono figli insensibili.
    I bambini vivono di emulazione e buoni/cattivi esempi. Ora non voglio dire che quei genitori vadano in giro ad affogare bambini, ma nemmeno avranno trasmesso loro principi di tenerezza e rispetto.

  7. Sky One ha detto:

    Sai che non mi stupisco? Ed è triste come cosa: ormai non mi aspetto assolutamente nulla dagli altri umani.
    Spero che il salvatore, dopo aver chiamato la Polizia, abbia fatto denuncia per maltrattamento…

  8. brumbru ha detto:

    Quello che dici è giusto. Soprattutto sul fatto che oggigiorno sono sempre di più i genitori che invece di redarguire i loro figli per insegnare loro cosa è giusto e cosa no, tendono a proteggerli sempre e comunque. Il che è quantomai deleterio, perchè in pratica ciò incoraggia loro a rifarlo.
    Per l’azione in sè… quella dei bambini… sarei giusto un pelo più comprensivo: forse non si sono resi conto di quello che facevano (mia figlia mise per gioco una busta in testa alla sorella, una volta… e la chiuse…). O forse no, certo. In ogni caso.. .bisogna far capire loro che non va mai più fatto.

  9. biancaneverossa ha detto:

    Ero piccolina, avrò avuto 3 oppure 4 anni….avevamo trovato un micino nel nostro giardino…..Mi sono talmente presa la responsabilità di quel gattino che non ho voluto chiedere aiuto a nessuno e gli ho dato da mangiare io…di testa mia….l’ho rimpinzato di …sabbia! Ancora oggi a 44 anni ho i sensi di colpa al pensiero di ciò che ho fatto….e dire che io sono sempre, sempre, sempre stata un’amante pazzesca degli animali. Quel fatto nemmeno lo ricordo ma me lo ha sempre raccontato mia mamma, con dovizia di particolari a farmi stare ancora peggio!!!
    Eppure insegno ai miei figli che non si ammazza nessuno per sfizio, nemmeno un ragno. Concedo la pena di morte solo alle zanzare e alle mosche!!!!!

  10. Shunrei ha detto:

    Per quanto mi riguarda, non trovo alcuna giustificazione nè per i ragazzini nè per i loro genitori.
    Il concetto “è sbagliato far del male, ancora di più a chi non può difendersi” dovrebbe essere uno dei primi e più importanti ad essere inculcato… e, magari sbaglierò, ma non mi sembra nemmeno uno dei più difficili da insegnare e da capire, se si ha un minimo di cuore (stavo per scrivere “umanità”, ma visto come si comporta certa gente e come invece si comportano gli animali… ecco, non so quanto ci sia da vantarsi dell'”umanità”…) da qualche parte!

  11. brisella ha detto:

    Hai tremendamente ragione, chissà perchè questi concetti elementari sembrano così complicati da capire..
    (complimenti per il blog)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...