Bruce Springsteen: una promessa elettorale realizzata…

S’è visto mai che i candidati realizzino qualche promessa elettorale? Sembrerebbe (ma ho sentito voci contrastanti sullo sviluppo e realizzazione finale della cosa) che l’attuale sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, l’anno scorso durante le elezioni abbia fatto la seguente promessa:
“Se divento sindaco, porterò Bruce Springsteen a Trieste”
Per cui, il risultato è questo (l’unica foto che sono riuscita a scaricare al momento, domani ne metterò alcune più emozionanti):

Bruce Springsteen – Tour: Wrecking Ball (Trieste 11.06.2012)

Allora, mi sono trovata con Collega Preferito e siamo andati insieme ai cancelli per il prato, intorno alle 15.30-45, dove abbiamo trovato i suoi amici (in effetti simpatici e carucci). Eravamo messi bene davanti ai cancelli e finalmente alle 17.15 ci hanno fatti entrare.
Sotto al palco c’è il cosiddetto pit, una sorta di recinto chiuso per 1500 privilegiati che il mattino si sono recati allo stadio per ricevere i braccialetti per poter entrare nel recinto “élitario” e poi alle 12 per il sorteggio del primo ad entrare. In realtà poi lasciano entrare anche altre persone. E noi siamo riusciti ad entrare!!
L’attesa per l’apertura dei cancelli è stata lunga e sofferta perché, a dispetto delle previsioni, c’era un gran sole e picchiava proprio!
Abbiamo atteso fino alle 21.15-20 prima che The Boss e la sua fantastica E Street Band salissero sul palco: e noi eravamo lì sotto alla loro destra già carichi (io di felicità, gli altri di birra, ma son dettagli…) e da lì fino alle 00.30-40 circa è stato uno spettacolo appassionato, divertente, unico, continuo, coinvolgente…
Minacciava pioggia ma ad un certo punto sono spuntate le stelle!
Lo stadio era pieno, evento piuttosto raro (v. cronache calcistiche ecc.), con gente da tutta Europa (non solo dell’Est).

Bruce Springsteen, coi suoi 62 anni, esprime una passione, un coinvolgimento, divertimento, fuori dal comune. Dall’alto dei suoi 101 concerti, Collega Preferito dice che ha visto tanti concerti di tanti artisti (lui è un concert-man e preferisce altri artisti, musicalmente, al Boss), ma nessuno è un performer come lui, con il suo carisma.
Davvero colpisce la passione che lui ci mette e come renda tutto una festa (coinvolge e tira sul palco tutti, ragazzi e bambini), si dà completamente al pubblico; colpiscono anche le chitarre che lui usa e che si vedono che sono usate, strausate, provate, in parte rovinate, ma si vede soprattutto che le ama tantissimo; colpisce molto l’affiatamento con la sua band che sa più di grande famiglia (beh, d’altronde con alcuni ci suona da metà anni ’70!!); colpisce la sua attenzione al posto dove si trova e il fatto di comunicare anche nella lingua locale.
Io le canzoni non le conoscevo tutte ma sapevo che sarebbe stata una grande esperienza e lui sa catalizzarti, non ti annoi, ti prende dentro. Ero così contenta ed emozionata che non riuscivo a cantare nemmeno le canzoni che conoscevo. (Skyone, non togliermi il saluto

Che dire, domani metterò un’altra foto che è molto … come dire… ha quel qualcosa di più. Certo, fatta con un cellulare x ecc. ecc. ecc. ma è una foto molto espressiva.

Sono rincoglionita oggi, capisco fischi per fiaschi (numeri di agenzie e di subagenzie sbagliate, il contrario di ciò che mi dicono…) ma sono felice dell’esperienza di un pezzo di storia simile e, se avessi avuto figli o nipoti sopra ai 5-6 anni, ce li avrei portati assolutamente!
E’ stato un concerto “educato”, definirei così, senza problemi né prima né durante né dopo: è andato tutto in maniera tranquilla, è stata una festa per tutti.

Per cui, grazie grazie grazie!

Annunci

9 pensieri su “Bruce Springsteen: una promessa elettorale realizzata…

  1. ilsonnambulo ha detto:

    Ho letti che ha fatto a Milano quasi quattro ore di concerto, che professionista !! Un vero mito che rispetta i suoi fans .

  2. Cerchidifumo ha detto:

    io me ne sono proprio dimenticata che suonava a Trieste…Tanto me ne sono accorta perchè per le 18.00 ero in città ed il traffico era abbastanza incasinato e le 20 e le 21 tutte piene 😀 Andrò a sentire invece volentieri Goran Bregovic (lo adoro).

  3. Perennemente Sloggata ha detto:

    Cama: eh, tu puoi testimoniare questo perché tu c’eri, collega non era ancora nato all’epoca!!
    Cerchi: hehehe spero che il concerto di Bregovic (sarei quasi tentata ma… boh) sia per te quello che è stato quello del Boss per noi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...