L’e-commerce in Italia non può funzionare così

La settimana scorsa ho partecipato ad un sondaggio di un sito di vendite private. E ho colto l’occasione per dire la mia. (ovviamente)
(ovviamente, con gran dispiacere del Camagna, non sanno chi sono io.)
Ovviamente il punto NON è il questionario, ma la mia opinione sull’e-commerce che, secondo me, in Italia non funziona e non può funzionare.
Sono dell’idea che fintanto che i siti (e affini, insomma chi vende e spedisce) non inizi a pretendere maggiore serietà e/o garanzie e/o servizi più consoni, sarà difficile che le case di spedizione migliorino le cose di loro iniziativa.
Voi che ne pensate?

MESSAGGIO:
buona sera, ho compilato il vostro sondaggio commissionato da *sito* e vorrei segnalarvi una mancanza per me (e non solo) molto importante: in nessuna delle domande è stata chiesta un’opinione sulla spedizione e consegna della merce. parte fondamentale di una transazione di e-commerce è la consegna e in italia siamo peggio del terzo mondo: le sedi dei corrieri sono solitamente in zone industriali difficilmente raggiungibili coi mezzi (non tutti possono più permettersi un’auto o fanno e-commerce proprio per avere merce non vicina all’abitazione). hanno orari ridicoli, rintracciabilità telefonica ridicola. la gente lavora durante il giorno, si chiede un contatto preventivo che non avviene, non sempre si trovano i talloncini di passaggio (e spesso nemmeno suonano), gli orari sono troppo vaghi o non rispettati, e recuperare un pacco spesso diventa un’impresa. ecco, io vorrei che questo lo segnalaste nelle vostre indagini, perché io ormai certi acquisti non li faccio più proprio per colpa delle ditte di consegna.

grazie, perennemente sloggata

Ecco la risposta per nulla tardiva (secondo me i customer care stanno iniziando a capire la loro importanza)

Buongiorno,
la ringrazio per lo spunto.
Quest’anno il questionario è stato ampliato proprio per affrontare a più ampio raggio tutti gli aspetti del commercio elettronico.
I suggerimenti degli utenti ci permetteranno di migliorare ulteriormente la prossima edizione dell’indagine.
Grazie per aver partecipato e per l’interesse dimostrato.
A presto,
Signora Gentile
Marketing Manager

Annunci

16 pensieri su “L’e-commerce in Italia non può funzionare così

  1. Silvia ha detto:

    Devo dire che le poche volte in cui acquistaro online mi è andata bene e non ho avuto problemi con consegne o affini. Forse è stata solo fortuna però 🙂

  2. Perennemente Sloggata ha detto:

    hehehe certo 🙂
    il fatto è che io lavoro e quindi sono sempre fuori casa. non ho l’auto e quindi non riesco ad andare a recuperare pacchi pesanti. ma nemmeno quelli leggeri visto che i magazzini sono lontani anche dalle fermate dei bus che transitano fuori dal centro. 😦

  3. unanuovavita ha detto:

    viste le mie numerose esperienze, non posso che concordare sul macello nelle consegne… alla fine, mia madre è diventata amica con il corriere SDA che conoscendola, passa a consegnare in pausa pranzo… per bontà personale sua, non certo per competenza del corriere!!

  4. Silvia ha detto:

    Questo sì, la mia fortuna è qui tra portiera ed ufficio sempre aperto posso far lasciare a loro se mi andasse male.

  5. Sky One ha detto:

    Scusa, ma non puoi fartela arrivare al lavoro accordandoti preventivamente con chi riceve la corrispondenza e i pacchi? Io faccio così (da me o dalla consorte) e fino ad ora mi sono trovato sicuramente meglio che farmi arrivare la roba a casa (appunto perché, come te, lavoro tutto il giorno). Sul fatto che i depositi dei corrieri siano “fuori dal centro”, forse dimentichi che sono i corrieri che ti portano (o “dovrebbero portare” se trovi quelli disonesti) la merce a casa e non sei tu a doverla andare a prendere (anzi, alcuni non ti permettono nemmeno di fare la giacenza da loro se il mittente non l’ha specificato).

  6. Perennemente Sloggata ha detto:

    Purtroppo a Colosso del Monte non mi risulta che sia possibile far recapitare in portineria la roba: è davvero un colosso e la posta viaggia per altri canali (posta interna ecc., cose di cui noi esterni non sappiamo nulla). E non credo di aver l’autorizzazione per farmi portare qui la roba, non essendo un’interna né avendo un semplice lavoro d’ufficio. Tra l’altro, il palazzo è composto da più palazzi collegati tra di loro ed io non sono in quello centrale -.-
    I corrieri dovrebbero portarti a casa la merce ma lo fanno sempre ad orari impossibili. Mai in orario da rientro a casa tipo 18-19. Né alle 8 del mattino.

  7. Sara ha detto:

    Noi compriamo moltissimo online e di solito arriva tutto puntuale-preciso ma solo perchè facciamo consegnare a casa dei miei dove c’è il portiere. Le poche volte in cui abbiamo provato a usare il nostro indirizzo, e con vari corrieri, è stata sempre una tragedia. Dal sito di Feltrinelli non sono arrivati 2 ordini su 2, col 2° addirittura ho dovuto fare il disconoscimento della firma perchè a loro risultava regolarmente evaso con tanto di bolla firmata. Da me.
    Solo che io ero in ufficio.
    :-X

  8. liberamente80 ha detto:

    pupetta, non hai una amica che vive accanto a te, e magari ha una portineria o dei genitori che vivono nella stessa città? Se devono solo firmare la consegna e i soldi glieli fai avere prima (o dopo) chi vuoi che ti neghi un favore così?

    Comprare on line certe cose fa risparmiare un sacco di tempo e di soldini….

    un bacino!!!

  9. Perennemente Sloggata ha detto:

    Avrei l’amministratore nella porta di fronte, ma non mi pare il caso di subissarlo di miei ordini…

    Camagna, puoi dirlo: ROMPICOGLIONI rende bene. dopo vi aggiorno per la porta e il campanello. io vorrei sapere con chi prendermela, che cavolo.

  10. Polly ha detto:

    sei un vero vulcano, attiva al 100per100…ma come MINCHIA fai, posso dirlo? 😉 cmq hai ragione, se io non avessi Pollastro che lavora a casa e mi fa da “portiere”, non potrei ordinare i miei manga preferiti da Milano o comprare su e-bay spesso come faccio…

  11. Shunrei ha detto:

    No comment: pur essendo io a casa, abbiamo iniziato a farci consegnare eventuali pacchetti presso la ditta dove lavora il Consorte… questo perchè con i corrieri succede esattamente quello che hai descritto tu, e della posta normale non parliamone: se il pacchetto non entra in buchetta (e non richiede firme) il postino non si prende la briga di suonare il campanello per avvisare (so che non è dovuto, ma la postina precedente per correttezza e buon senso lo faceva) che uno scenda (poi, nel caso non risponda nessuno, amen, eh)… molla il pacchetto per terra davanti alla porta.
    Già successo diverse volte: una ce l’ha portato di sopra la vicina del terzo piano mentre tornava a casa, un’altra volta ho trovato il pacchetto io uscendo un attimo prima che venisse giù il diluvio.
    Ecco il motivo per cui concordo pienamente con te: alla luce di questi pastrocchi nelle spedizioni/consegne, passa la voglia di ordinare online o per corrispondenza.
    Grazie, Poste Italiane…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...