MammaTornado è tornata

Questo week-end MammaTornado è tornata.
E abbiamo finito di sistemare tutta la casa. Cioè, manca da sistemare la scrivania e qualche quisquiglia, in termini di caos è poca cosa.
E non mi par vero: casa ora sa di casa!!
Certo, mi manca qualche mobiletto in bagno, ma va bene così per ora. Anche perché, quelli che avevo pensato per il bagno li abbiamo messi in salotto (sono una fan dell’Ikea Besta).
Abbiamo montato i Billy che sono diventati scarpiera e finalmente ho tutte le scarpe a portata di mano!
In più siamo andate a trovare una sua paziente che domani verrà operata nell’ospedale pediatrico della città (è abbastanza noto nel suo campo), visto che il chirurgo che la seguiva in un’altra città è stato trasferito qui. L’operazione è complessa: 4 ore di preparazione e 4 ore di operazione, sulla carta. Il blocco di alcune vertebre è piuttosto delicato: domani la pensiamo tutto il giorno. In più dopo la visita, lei e la madre erano davvero contente, siamo andate ai vespri in cattedrale e le abbiamo acceso una candela. Una per lei, una per nonna e papà, una per i nonni e la badante, una per mamma, sorella e me. Siamo andate lì perché cantava l’amica invisibile, robe da brividi.
MammaTornado è piuttosto severa coi mici: giù dai mobili, giù di qua, giù di là. Tanto che cercando di far scendere Spuntì dal divano, ormai provato povero micio, mi ha attaccato ferocemente: c’ho ancora i buchi dei due canini e delle unghie. Poi c’ha provato mamma e s’è beccata, giustamente cavoli, è lei che lo voleva spodestare!, pure lei addirittura a sangue. Che poi, quando sgrido Spuntì, lui in genere fa per attaccare ma gli faccio capire che non deve e si blocca subito prima. Non arriva mai fino alla fine. Non più, per lo meno.
Però stanotte ha dormito con mamma.
Sabato notte Tamino ha di nuovo fatto teatro sul divano letto dove dormiva mamma, così mi sono alzata, me lo sono presa e portata in camera, dove mi sono chiusa dentro. Dopo un po’ di brontolii è venuto a dormire con me, tranquillo tutta la notte.
Ieri sera invece c’erano Spuntì e LaRossa (li ho immortalati micini-micini sabato!!) che dormivano con la mamma, solo che dopo un po’ Tamino è andato a dar bacini e a cercar coccole e quindi LaRossa è venuta a dormire da me. Solitamente è Spuntì a mettersi appoggiato alle o tra le mie gambe, invece era lei. E non si è scomodata nemmeno quando mi sono alzata.
Roba da non credere.

Avrei anche altre riflessioni ma al momento vorrei tenerle per me.

Una però vorrei dirla: io raramente censuro o cancello i commenti, non l’ho quasi mai fatto nemmeno nei miei vecchi blog. Se l’ho fatto, ho spiegato il motivo o pubblicamente o privatamente al commentatore. Idem faccio con Facebook. Tanto che visto che una persona ha cancellato prima un commento di Spuntì e poi anche la domanda di dove fosse finito il commento, il contatto è stato direttamente cancellato.
Ecco, se non vi piace il mio modo di commentare sui vostri blog o vi risulta scomodo, offensivo, stupido, non pertinente,  fastidioso, comportatevi da adulti e ditemelo. Evitate di far sparire i miei commenti senza dir nulla, per favore.

Advertisements

12 pensieri su “MammaTornado è tornata

  1. elipiccottero ha detto:

    I tuoi gatti vanno disciplinati eccome. Saltano ovunque e in qualsiasi momento.
    Quindi quando verrò a trovarti (chissà quando…) la prossima volta la casa sarà tutta a posto? Bene bene… 🙂

  2. maurizio ha detto:

    io cancellerei spunti prima di un tuo commento, se mai un gatto dovesse graffiarmi sarebbe il primo a finire in “tecia”…….. ahahhahahah stavo scherzando….non in tecia…. allo spiedo!

  3. brum ha detto:

    Io quoterei Eli e Maurizio. Credo di poter dire di amare molto la mia canA (visto che non so quanti di quelli che hanno un cane sarebbero disposti a perdere un’ora -d’orologio, non tanto per dire- a sgrassare la carne che gli dà il macellaio, ad esempio), ma se mi ringhiasse contro o mi facesse del male non lo sopporterei. Lo prenderei come un fatto personale. Secondo me in ogni momento deve essere ben chiaro chi è l’animale e chi il proprietario.

  4. brum ha detto:

    P.s.: Magari… la loro mancata ubbidienza è un’altra cosa.. si può sopportare. Ma mai devono permettersi di attaccare un essere umano. E non certo per motivi di dominanza territoraile, comunque.

  5. esprit74follet ha detto:

    @brum: infatti è chiarissimo: tra l’umano e il gatto il proprietario è il GATTO 🙂

  6. SyS ha detto:

    rido. che poi con la melli in casa è uguale. alla fine è casa sua. io pago l affitto ma sono lì a fare la governante.
    che poi stanotte è venuta in cerca di coccole e per farmi sentire tutto il suo affetto si è presa metà del cuscino…. ah… palle di pelo, che si farebbe senza di loro?
    (ma soprattutto Dio benedica tutte le Mamme Tornado

  7. NotForEver ha detto:

    bene…una casa che sembra una casa mi pare il minimo…
    e i gatti non fanno mai le cose a caso…evidentemente il fatto che qualcuno gli dicesse cosa fare non lo gradiva molto 🙂

  8. renata ha detto:

    Son contenta che la tua Mamma sia riuscita a venire a trovarti.

    Per metter al loro posto i gatti, mai usare le maniere forti, ma uno spruzzino con l’acqua! detestano esser bersagliati con lo spruzzo e tu puoi riacquistare il tuo predominio senza aver fatto azioni di forza o senza subire unghiate e morsi!!!

    Un abbraccio Renata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...