Week-end romano

E’ stato un week-end in volo. Anzi, tranne un mezzo acquatico, ho preso tutti i mezzi con più grandi di un’ape: auto, autobus, pullman, tram, treno, aereo.

Inizialmente ero un po’ preoccupata per il bagaglio a mano: il trolley è troppo grande? Sì, di qualche cm per colpa delle ruote. Lo zaino-trolley è troppo pesante? E chi lo sa: non ho una bilancia pesapersone a casa e il mio unico metro di paragone poteva essere il sacco da 10L di lettiera di gatto, ma 10L di lettiera quanti kg sono? A saperlo… ma io credo che non si possa fare il facile calcolo 1L=1kg.
Alla fine, lo zaino pesava 6,8 kg: brava Slog!

Viaggio di andata: nema problema, tutto scorso liscio, ho pure preso il treno da Roma Fiumicino a Roma Tiburtina al volo! Cioè, in realtà, sbarcata ho seguito le indicazioni per i treni ma continuavo a tornare al punto di partenza per cui ho cercato il box informazioni ed impassibile il tizio mi ha indicato l’ascensore e il secondo piano. Eh, beh, son cose. Dopo un tempo infinito tra tapis roulant e giri a sinistra, sono arrivata appunto a prendere il treno.

A Roma Tiburtina ho trovato la mia amica Romoletta (ovviamente non è il suo nome, ma quello del suo beniamino riadeguato) che mi aspettava, abbiamo abbandonato lo zaino a casa dei suoi genitori (persone distintissime e troppo avanti ed una carriera di cantanti lirici e musicisti importante, una casa bellissima) per poi proseguire a pranzare con la Bipedina battezzanda, la sua mamma Bionda (quella che mi ha dato l’input finale per prendere QUELLA scelta a giugno), il papà e degli amici di famiglia.
Bipedina bellissima e buona, curiosissima verso il mondo: ci darà molte soddisfazioni, lo so! D’altronde, è sorella a quella vipera felina bionda… Tra l’altro era vestita proprio fèsciòn: bodyno bianco coi gattolini disegnati, gonna vezzosa nera velluto e tulle, maglia a righe orizzontali nere e bianche e con disegnato un gatto in argento, calze bianche coi cuoricini e scarpette sneakers argentate e felpina nera con cerniera. Da mangiare, con quei due occhioni blu!!
Dopo il brunch a 15 euro i primi 500 gr e a 2,50 euro ogni etto successivo, siamo andate Romoletta ed io a fare un giro dell’Urbe, dove ho visto Piazza del Popolo e la chiesa di Santa Maria del Popolo col Caravaggio, Piazza Navona, Piazza Venezia, la colonia felina dei fori, il Colosseo, la piazza con la fontana che sembra aspettarsi che la chiesa tutta in bassorilievo di fronte le caschi addosso per una rivalità tra i due artisti, e non mi ricordo cosa. Il tutto in… forse due ore?
Nel frattempo abbiamo incrociato altri gattari facebookiani.
E infine a casa dei Romoletti, fuori Roma. Casa bellissima: non ancora completa ma decisamente spettacolare. Ho fatto un super bagno in una di quelle vasche con le zampe di leone, in stile inglese, con olio profumato: mi ha rimesso in pace con la stanchezza…
Il giorno dopo, ci troviamo con altre gattare (tra cui la gatta in cucina) davanti alla Chiesa degli Artisti, in Piazza del Popolo, il Battesimo della Bipedina bionda, bellissima nel suo vestitino bianco di velluto e le mutande con dietro un ricamo in pizzo e quant’altro deliziose!! Il pranzo in un agriturismo fuori Roma, con tanti animali e tutto fatto da loro: che bontà, ragazzi che bontà!
Dopo il pranzo, e anche al posto della cena, siamo andati a casa della Bipedina a conoscere anzi micionoscere la iena felina bionda (color cipria, per la verità): mi ha annusata, si è strusciata, si è pure lasciata accarezzare poco-poco e poi tac! Mi ha morso: ma d’altronde non potevo tornare a casa senza un segno del suo affetto, vi pare? E’ una gatta particolare e pure feroce, anche coi pupazzi (tanti gatti in genere per paura soffiano, ringhiano ma scappano. Lei no, non scappa, anzi attacca: hai tutta la mia stima, gatta coraggiosa!). Ma verso la Bipedina no. E’ la cucciola della sua umana, e quindi presta attenzione, per ora.
Di nuovo a casa dei Romoletti, dopo una giornata intensissima, importante ed emozionantissima con persone fantastiche.
Per il ritorno, ieri, ho fatto tutto con calma a Fiumicino, non mi sono persa e ho capito le dinamiche in aeroporto: ormai posso dire che posso volare da sola senza problemi. Il volo è partito in ritardo perché si doveva aspettare il personale proveniente da un altro volo, ma comunque siamo arrivati quasi in orario.

Dal caldo di Roma al freddo ventoso di Mari&Monti nel giro di un’ora.
Mi mancheranno le mie amiche gattare, perché sono persone splendide, di grande cuore, cultura, personalità. Tramite Facebook ho conosciuto altri pazzi scatenati che hanno creato un profilo ai loro beniamini (come pure lei), persone simpatiche e dotate di sensibilità particolare.

E’ stato un week-end bellissimo, intenso, un po’ faticoso ma nemmeno troppo. Spero di rivederle presto, sono persone bellissime. Mici inclusi.

Annunci

9 pensieri su “Week-end romano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...