Sensi troppo ingombranti

C’è una cosa che mi frega spesso: mi prendo tutto troppo a cuore.
Qualsiasi cosa, nel bene e nel male.
E questo me l’ha detto anche collega-bambolina, aggiungendo un “troppo passionale” sulle cose.

Tendo alla ricerca della coerenza (nel limite del possibile) e all’evitare l’ipocrisia.

Per tutto questo, ho un senso della vergogna, di colpa, di gratitudine, e simili, che è fin troppo sviluppato: ringrazio sempre, chiedo scusa se ritengo di aver anche solo minimamente sbagliato, mi sento in colpa per poco (anche se non me la prendo, mi sento in colpissima per una semplice osservazione), e così via. E, nel frattempo ci sto male.

A volte appaio aggressiva, più per difesa o mia o delle mie idee che per altro, e a volte paio fin troppo decisa e dura nelle mie affermazioni.
Altre volte mi trincero dietro apparente calma o indifferenza, ma sobbollo sotto uno strato di ansia/angoscia o rabbia mica da ridere.

Ma. Ma parlando ieri sera con una persona, con le lacrime agli occhi, sono andata in bagno e tornata sorridevo tra le lacrime. E mi fa: “Ma Sloggata, ma lei nonostante tutto sorride sempre”

Che ci posso fare. Io anche detesterei il ‘gioco della felicità’ di Pollyanna, ma per una cosa triste, me ne viene in mente una per tenermi su di morale e ricordarmi le fortune che ho.

Il fatto è che io ci sto lavorando su. Conosco molti miei limiti ma non sempre riesco a superarli, cerco di  non nascondermici dietro ma . So anche chiedere aiuto ma…

Ma spesso Sloggata è più dura con me stessa che gli altri.

Advertisements

20 pensieri su “Sensi troppo ingombranti

  1. liberamente80 ha detto:

    io li ho messi da parte. Stanca di essere l’unica a star male, l’unica a sentirmi in difetto (sul lavoro), l’unica che chiede scusa, o “parliamo?” nel tentativo di far pace (famiglia).

    e adesso sto meglio. Molto meglio in effetti!

    bacini bacini!
    Hai risolto con il mobilio?

  2. Sabrina ha detto:

    anche io ci sto lavorando che mica è giusto
    e con quel mio amico lì ‘Oltremanica facciamo un giochino : cerchiamo 5 cose belel che ci sono successe in quella giornata che sembra così buia…
    funziona

  3. Polly ha detto:

    ci vuole un po’ più di egoismo, a volte. si camperebbe un gran meglio, e si invecchierebbe meno precocemente.
    fai un salto da me, ti ho girato un gioco!

  4. Betta ha detto:

    Sicuramente sei troppo buona con gli altri. Sull’essere eccessivamente esigenti con se stessi credo non sia il caso che mi pronunci. E il prendere le cose a cuore, in sè, non è un male… è solo che dovresti darlo meno a vedere!

  5. RoglukulgoR ha detto:

    “E, nel frattempo ci sto male.”
    Quando non ricevi un feedback sia che sia positivo ma anche negativo. Succedeva anche a me.
    “Ma spesso Sloggata è più dura con me stessa che gli altri”
    E’ una conseguenza ma fa parte della tua persona può anche essere positivo basta non abusarne.
    Succedeva anche a me 2
    🙂

  6. tigli&gelsominO ha detto:

    lavora, lavora… ma ogni tanto fermati e, oltre al riposo, concediti un premio. sicuramente lo meriti: per il semplice fatto di cercare di migliorarti, migliorando così tutto ciò che ti sta attorno.
    cra, craaaa, cra, tigli&gelsominO

  7. Sgiusgiola ha detto:

    uh signor, molte delle cose che hai scritto potrei dirle pure io di me stessa
    lavorarci su non è facile,per niente, per lo meno per me, ricado sempre negli stessi punti
    tu comunque non smettere di sorridere mai ok? 🙂

  8. Renata ha detto:

    Reagire sempre, il bicchiere è sempre tutto pieno, metà di acqua e metà d’aria, che la pausa, il vuoto hanno anch’essi il loro perchè e sono importantissimi quanto l’acqua! Ad majora ! sempre… 😉 un bacio

  9. Shunrei ha detto:

    Inizio chiedendoti scusa per l’offtopic, che oggi sono un po’ di corsa e il post invece voglio leggermelo con calma (spero domani!)… ma volevo dirti che se ti capita di passare da me, c’è una cosina da “ritirare”! 😉

  10. brum ha detto:

    C’è fin troppa gente che non si fa mai delle analisi di coscienza. Ed è un grande difetto. Di quelli brutti.
    C’è poi chi se ne fa troppe… ed è pur sempre un difetto… ma un difetto diverso.
    Il primo è un difetto che ricade negativamente sugli altri, un difetto da egoisti e megalomani. Il secondo, quello tuo… è un difetto che ricade su te stessa. Che ti fa stare male per delle cose per cui non dovresti star male… per colpe che non hai.
    Non essere troppo dura con te. Amati di più… per come sei. E pensa quanti bei pregi porta con sè quel tuo difetto (che comunque non fa del male a nessuno… salvo che a chi ti vuole un pò di bene e si dispiace che tu stia male per colpe che non hai).

  11. Shunrei ha detto:

    “per una cosa triste, me ne viene in mente una per tenermi su di morale e ricordarmi le fortune che ho.”
    Ecco… questo dovrei tatuarmelo addosso per esser sicura di ricordarmelo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...