A cavallo del 2011-2012

Gli ultimi Capodanni li ho passati col mio ex compagno insieme ai miei amici invisibili e ad altri loro amici.
(Tra l’altro, ho incrociato il mio ex, vicino a casa uscendo, perché la sua ex cognata lavora lì e lui di fatto pure, tra uno spostamento e l’altro. Sembra sempre più tranquillo lui di me… E’ che un po’ mi sento in colpa -di cosa poi?- ed un po’ mi manca un cincinino…)
Quest’anno ho chiesto più volte cosa volessero fare ma le risposte erano vaghe, tipo “forse andiamo in Trentino, forse potremmo andare da tua (mia) madre”. Chiedo una, due, tre volte e poi mi stufo e non chiedo più. Anche perché forse, sarebbe stato più carino, credo, dirmi “guarda, quest’anno vorremmo fare qualcosa tra noi due, visti i periodi difficili” ed io sarei stata pienamente d’accordo. Anzi di più!
Per cui non ho proprio più chiesto e non so tutt’ora cos’abbiano fatto. In più, ho mandato gli auguri di Natale ma a quelli non ho ricevuto risposta. Capisco tutto però… ecco, ci sono rimasta male. Certo, loro mi sono stati vicini, mi hanno aiutata nel momento del bisogno però sono rimasta un pochino male per questa totale assenza.

Ad ogni modo.
Mercoledì scorso in mensa c’erano varie pietanze ed io ho preso riso in bianco e polpettine al sugo. La sera ho iniziato a non star bene, il giorno dopo ho avvisato le colleghe che non stavo affatto bene e che sarei arrivata in ritardo (e per cause di forza maggiore e per passare in farmacia al volo). Per cui, da giovedì scorso mi sto tenendo a dieta quasi strettissima.
Che siano state le polpettine, il freddo nei corridoi di CdM, un’influenza fulminante a livello gastrointestinale, non lo so. Forse tutto insieme. Ma resta il fatto che sono ancora scombussolata e domani pomeriggio mi sa che andrò a far gli auguri al mio medico (il dottor in Birkenstock, nda)…

Minicollega mi ha invitata per Capodanno a casa sua ed io ho accettato, peccato però che ho assaggiato poco e solo di due pietanze, che mi sia preso un attacco fulminante di emicrania talmente forte che nel giro di poco mi ha abbattuta. Era tanto che non me ne beccavo uno così potente, infatti ho chiesto una pastiglia a Minicollega, un altro invitato mi ha invitata a mettermi sul divano un po’ più tranquilla, e mentre Minicollega carinamente mi preparava il divano, ha avuto l’idea migliore: andare sul suo letto al buio con un plaid (ed un cuscino extra su mia richiesta: quando sto male devo mettermi sul fianco destro un po’ rialzata, per favorire o perlomeno non bloccare la digestione). Insomma, quel tanto da lasciare il tempo alla pastiglia (non so cosa fosse ma è stata potente, anche se con tempi un po’ più lunghi ai miei standard) di far effetto.
Mi sto ancora trascinando un po’ la testa, tra male e emicranie, però insomma…
Tralasciando questo, ho passato davvero una serata piacevole in mezzo a persone di almeno 8 anni più grandi di me. Peccato non aver potuto assaggiare tutto, perché il menù sembrava davvero delizioso.

Oggi invece sono andata con la mia amica stampellata all’Ikea ad ordinare i mobili!! Soprattutto il mio divano-divanabile! Cioè, entro fine mese anch’io avrò un divano!! Sono così emozzzionatah! Non vedo l’ora, mamma mia!

Che altro? Boh, era tanto per dire. Prossimamente, se mi ricordo e c’ho l’ispirazione, potrei fare un sunto del 2011. Anche se, forse, mi basterebbe una sola parola: Amicizia.

Annunci

14 pensieri su “A cavallo del 2011-2012

  1. unanuovavita ha detto:

    Poco carini i tuoi amici. Basta poco a volte…
    Mi sono emozionata per il tuo divano 🙂

  2. brum ha detto:

    E’ stato il virus che ha girato in questo periodo, senz’altro. I sintomi sono tipici…. (non sono un medico, però, eh? Dunque per sicurezza fai come se non t’avessi detto niente).
    Poi però mi spiegherai, spero, com’è fatto un divano divanabile…

  3. Perennemente Sloggata ha detto:

    Unarosaverde: concordo. -.- umpf.

    Unanuovavita: mah, sono molto in credito loro con me, per cui… taccio e me ne dispiaccio… grazie per il divano!!

    Brum: il divano divanabile è un divano comodo e non quelle cose in stile mercatoneuno da 100 euro: scomodissimi ed orribili.

  4. autistaxcaso ha detto:

    forte il superdivano (divinamente o divanamente?) divanabile
    quelli dell’Ikea poi, mi sono sempre sembrati mediamente comodi …
    (mi sa che se ne avessi uno … mica riuscirei a vederla più la tele … mica che la guardi tanto, anzi, ma con il mio divano attuale, un quarto d’ora solitamente resisto :-P)
    … attendiamo foto ;-))

  5. brum ha detto:

    Seeeeee, l’ho visto nel post successivo. Ma l’hai provato, sedendotici sopra, vero?
    No… perchè la pratica vale più di mille teorie…

  6. emmecarla ha detto:

    belli i cambiamenti in casa…puoi decidere tutto e il contrario di tutto…da sola…e nessuno che ci ficca il naso, nessuno che ti dice “questo sì, questo no”…poi magari, al primo invito vedi qualcuno che storce il naso che si lancia in consigli per modifiche che nessuno gli ha chiesto…io questi tizi li mando mentalemente a quel paese e amen…cambiamenti in casa e fra le persone da invitare a casa…il massimo…

  7. Sky One ha detto:

    Festeggio per gli acquisti all’IKEA (ricordo ancora di aver letto “devo solo convincere l’uomo…”)!!!!!!!
    PS: la nostalgia va bene, ma i sensi di colpa… basta eh… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...