Se vi faccio una domanda, rispondete a quella!

Io non capisco: secondo i miei colleghi parlo un ottimo italiano e chiedono sempre a me se e come si dice o scrive qualcosa. Quindi presumo che, al di là di quando mi agito ed inizio a balbettare, io mi sappia esprimere chiaramente.
Detto questo, qualcuno mi spieghi perché al lavoro se chiedo una cosa precisa ad un utente, questi mi risponde quello che gli pare:

  • Se ti chiedo se chiami dalla sede principale dell’agenzia, perché mi devi rispondere di sì quando stai chiamando da un ufficio distaccato??  Fai perdere tempo a chi ti deve contattare perché non ti trova o magari la sede è chiusa; e perdi tempo tu stesso perché verrai ricontattato con molto ritardo.
  • Se mi dici che non riesci a fare un’operazione perché il problema è l’intestatario della polizza e poi mi parli della vera operazione che stai tentando di fare, perché quando ti chiedo di darmi l’errore preciso (e chiaro, lapalissiano) salta fuori che il problema NON è l’intestatario ma un problema all’interno della polizza??
  • Perché se ti dico che verrai ricontattato appena possibile (bisogna risolvere a mano il problema alla polizza e ovviamente non posso farlo io), ti incazzi perché hai il cliente davanti, soprattutto se la polizza è scaduta TRE settimane fa (e quindi il cliente è ben oltre i 15 gg di mora previsti dalla legge)??
  • Perché se ti dico che verrai ricontattato appena possibile, mi dici che hai urgenza e che domani il cliente parte per la parte opposta d’Italia e quando ti chiedo quando potrebbe tornare il cliente tergiversi, per farmi arrivare all’esasperazione prima di dirmi che il cliente sta aspettando davanti a te da DUE ore?
  • Perché quando ti chiedo una cosa, tu dici che non è così e poi scopro che era esattamente quello che dicevo io?

Fatemi uscire di qui, oggi avveleno qualcuno!
(seguirà post sui miei adorati colleghi. E non sono ironica)

Annunci

20 pensieri su “Se vi faccio una domanda, rispondete a quella!

  1. Shunrei ha detto:

    Io lunedì mattina mi sono interrogata per ore tentando di capire cosa non fosse comprensibile in italiano di quello che avevo detto al telefono ai miei “geni” (patogeni) dell’ufficio.
    La frase sibillina era all’incirca questa (dopo che gli anni passati avrò spiegato il procedimento a non so quanta gente non so quante volte, 3 SMS, una telefonata e un’ora che mi rompevano le balle a casa): “Se avete fatto tutti i passaggi che ci siam detti e la caldaia non parte lo stesso, chiamate l’assistenza”.
    Dove ho sbagliato???

    PS. Il punto secondo me è che comunque nel 90% dei casi la gente non ascolta quel che dici tu… continua per la sua strada e bona…

  2. Perennemente Sloggata ha detto:

    Tra l’altro, in una pratica, avevo scritto “l’utente non c’è nel pomeriggio”. Credo sia chiaro il messaggio. La persona che ha preso in carico il problema, per tutto il periodo postprandiale ha provato a chiamare ogni mezz’ora, fino a fine turno.

  3. roberto ha detto:

    Beh…. che la gente non ascolta quello che gli si dice, o che non si guarda intorno andando in giro con i paraocchi, o che non legge se non glielo sbatti direttamente sotto al naso… non è una novità. Tutto sta a non prendersela più di tanto. Quando lo stato italiano promulgherà una legge che permette di abbattere gli utonti… io ho già la mia bella lista ma fino ad allora… tocca sopportare.

  4. Sabrina ha detto:

    qui abbiamo messo un centralino
    mica uno spaziale, uno con quattro interni
    ognuno ha avuto il libretto di istruzioni
    indovina con chi se la prendono quando non riescono a passarsi la linea tra loro

  5. Cassandra ha detto:

    Perdonami se faccio un’ipotesi che non ti piacerà. Forse sei una di quelle persone che risolve i problemi agli altri e perciò la gente si appoggia a te. Guarda che si intuisce subito.
    Quindi ti danno delle indicazioni di massima, poi confidano sulle tue capacità.

  6. Cassandra ha detto:

    Aggiungo: le persone sono pigre, ma la langua non è univoca.
    Diceva il mio professore di semiologia: “Se non so cosa sia una zebra e cerco sul vocabolario, troverò una definizione tipo “equino a strisce”, ma se non so cosa significhi striscia o equino, non riuscirò a capire come è fatta una zebra.
    Ma questo non è un problema di italiano. Credimi

  7. roberto ha detto:

    quando io divento sucettibile li segni sulla mia lista… in attesa di quella famosa legge 🙂

  8. ImpiegataSclerata ha detto:

    Secondo me il problema è che certe persone -sempre o a volte- hanno le orecchi scollegate dal cervello.
    Perchè proprio non capisco come persone decisamente intelligenti (e devono esserlo visto il lavoro che hanno, mica possono essere tutti parenti ed essere assunti per nepotismo), se telefonano sempre più o meno all’ora Y per parlare col Capo e giorno dopo giorno gli si dice che c’è dopo l’ora X e un giorno aggiungi pure, per esasperazione, che non lo troveranno MAI all’ora Y e questi continuano imperterriti a chiamare all’ora Y…

  9. Mr.Loto ha detto:

    Evidentemente gli ambienti di lavoro in questi ultimi anni sono ulteriormente peggiorati; probabilmente la crisi economica che sta coinvolgendo tutte le parti del mondo sta fortemente condizionando anche lo stato d’animo delle persone.

    Un saluto

  10. Barbara ha detto:

    Ma c’è effettivamente qualcuno che ascolta? Capita anche a me, mi sembra di parlare abbastanza bene e non “storpio” le parole, ma rispondono sempre fuori dal seminato!
    Mah!

  11. Targhina ha detto:

    come ti capisco!!!! Il problema e’ solo uno: la gente oggi non ha piu’ voglia ne’ tempo di ascoltare! E questo oltre a portarla ad un veloce rinkoglionimento le spinge sui lettini di migliaia di psicologi che vengono pagati per ascoltare!!! Buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...