Accusativo: il martire del soggetto

Se il nominativo è il caso del soggetto e risponde alle domande wer? / was? (chi? / cosa?) nel senso di chi compie l’azione, l’accusativo è il caso del complemento oggetto e di chi subisce l’azione e risponde alle domande wen? / was? (chi? / cosa?). Ma è anche il caso retto da alcune preposizioni. Ve le scrivo come una filastrocca, tanto so che me le chiedete tra i commenti: durch / für / gegen / ohne / bis / um / entlang / wider. Ma le vedremo prossimamente.

Articolo determinativo

CASO

SINGOLARE

PLURALE

M / F / N

MASCHILE

FEMMINILE

NEUTRO

ACCUSATIVO

den

die

das

die

Articolo indeterminativo

CASO

SINGOLARE

PLURALE

M / F / N

MASCHILE

FEMMINILE

NEUTRO

ACCUSATIVO

einen

eine

ein

Come ESERCIZI A CASA vorrei che mi mandaste la declinazione singolare delle parole dell’ultima lezione, ovvero casa – giacca – sedia – radio – lettera – foto – papà – topo – quaderno – tavolo – ragazza – finestra sia con l’articolo determinativo sia con quello indeterminativo.

Potreste fare qualche mini frase con essere e avere e usare le parole che conosciamo e con qualche aggettivo tipo grigio, comodo, bello, grande. Gli aggettivi non vanno declinati (io sono bella / Ich bin schön, il topo è grigio) e restano esattamente come li trovate sul dizionario. Un po’ a vostra scelta.

Annunci

2 pensieri su “Accusativo: il martire del soggetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...