dopo lo sconforto…

oggi sono andata in banca. ovviamente il direttore mi ha detto di aspettare la persona che si occupa dei prestiti e che ha già tutte la documentazione che mano a mano gli inviavo. mi ha dato alcuni consigli, nessuna illusione, solo qualche piccola speranza ma più che altro qualche punto di vista.

ho iniziato ad accusare il colpo di tutto l’ultimo mese, di ciò che NON avevo sfogato. ho iniziato a sentirmi salire le lacrime mentre tornavo in bus al lavoro e ho dovuto mettermi gli occhiali da sole per coprire occhi e lacrime, cercare di rallentare il respiro che mano a mano si faceva più faticoso.
ho resistito per tutto il labirinto e i piani che ho attraversato per arrivare alla mia postazione e sono inevitabilmente scoppiata a piangere. le colleghe (e il collegapreferito, ovviamente) sono state davvero carine nel farmi sfogare, cercare di calmarmi, farmi ragionare, distrarmi e farmi ridere.
ho un lavoro del piffero, ma ho colleghi preziosissimi.

poi ho sentito la mamma, per farle sapere com’era andata. le ho raccontato tutto, mi ha detto che c’è il modo di aiutarmi a distanza. per fortuna c’è sempre lei ad aggiustare tutto. e anche quando è papà a sistemare, dietro c’è sempre lo zampino di mamma.

solo una cosa non le ho detto: in bus mi mancava terribilmente. e da lì è uscito tutto il bisogno di sfogarmi…

dopo glielo dirò.

Advertisements

12 pensieri su “dopo lo sconforto…

  1. Sabrina ha detto:

    se ci pensi stiamo più tempo al lavoro che a casa
    e colleghi così sono a dir poco preziosi
    lo sfogo ci sta tutto, guai a negarselo
    che siamo un po’ come le pentole a pressione : prima o poi, se non scarichiamo un po’, si esplode
    coraggio, che riesci a superare anche questo momento

  2. Perennemente Sloggata ha detto:

    infatti, hai colto nel segno! per ora funziona tutto bene. mi spaventa un po’ quando certe dinamiche cambieranno: siamo tutte in età fertile e nei prossimi anni arriveranno un po’ di bimbi (spero per loro, per lo meno) e le esigenze saranno inevitabilmente diverse.
    speriamo che continueremo a saper gestire le cose bene come finora 🙂

  3. Giuliana ha detto:

    Adesso come stai? Vedrai che in un modo o in un altro qualcosa si sistemerà… magari non tutto subito, ma su!!!

    un abbraccio!

  4. Barbara ha detto:

    Mi dispiace tanto! Ora come stai? Spero che le cose si stiano sistemando. Ti sono vicina e ti abbraccio!

  5. Sgiusgiola ha detto:

    sfogarsi come si deve a volte fa proprio bene al cuore!!
    e sei fortunata ad avere dei colleghi così, non sembra ma è davvero importante sentirsi a proprio agio con le persone con cui si passa così tante ore al giorno…

  6. Maria ha detto:

    Diglielo. Devi dirglielo.
    Ne sarà felice.
    Ricordati che per un genitore dare una mano ai figli, quando è possibile, è una gioia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...