La rete imbavagliata

(La rete imbavagliata: lo copio pari-pari da Shunrei perché non c’è altro da aggiungere.)

Speriamo di no.

Posto qui quello che ImpiegataSclerata ha segnalato in un commento, perchè credo che sia necessario dare rilievo ancora maggiore a quello che si sta tentando di fare in questi giorni nel nostro democratico paese. Facendo un salto sul sito di Avaaz.org trovate quasi tutte le spiegazioni (che vi riporto anche qui sotto), e un form per inviare un messaggio di protesta all’Agcom. Devo forse scrivervi che il mio l’ho già inviato?

«Il nostro governo ha lanciato un nuovo attacco alla libertà di accesso all’informazione, e fra qualche giorno un organo amministrativo sconosciuto ai più potrebbe ricevere poteri enormi per censurare internet.

L’Autorità per le comunicazioni, un organo di nomina politica, sta per votare un meccanismo che potrebbe perfino portare alla chiusura di qualunque sito internet straniero – da Wikileaks a Youtube ad Avaaz! – in modo arbitrario e senza alcun controllo giudiziario. Gli esperti hanno già denunciato l’incostituzionalità della regolamentazione, ma soltanto una valanga di proteste dell’opinione pubblica può fermare questo nuovo assalto alle nostre libertà democratiche.

Non c’è tempo da perdere. La prossima settimana l’Autorità voterà la delibera, e se insieme costruiremo un appello pubblico enorme contro la censura su internet potremo fare la differenza. Inondiamo i membri dell’Autorità di messaggi per chiedere di respingere la regolamentazione e preservare così il nostro diritto ad accedere all’informazione su internet. Agisci ora e inoltra l’appello a tutti!»

Allora: il discorso sulla tutela del diritto d’autore non lo affronto nemmeno, perchè se può essere giusto di base ci sono interessi e speculazioni dietro che rendono la questione fin troppo spinosa e poco lineare da chiudere con un sì o con un no.

Il punto principale sul quale bisogna riflettere e che dovrebbe far indignare è che non dovremmo permettere che qualche pirla, in modo del tutto arbitrario, senza il controllo e l’approvazione di alcuna autorità giudiziaria (ma anzi! Notate bene, questo organismo è di nomina politica… indovinate un po’ a cosa in realtà si vuole arrivare? La Cina vi dice nulla?) e soprattutto semplicemente sulla base di qualche non meglio definito “sospetto” possa chiudere siti, irrogare sanzioni… in definitiva limitare la libertà di informazione degli italiani che navigano sul web.

Perchè è sufficiente che una pagina che pubblica qualcosa di “scomodo” abbia da qualche parte un bannerino, un’immagine, una boiatina che si possa tacciare di violazione di copyright e… ecco qua, oscuriamo e mettiamo a tacere questo fastidioso (per gli interessi di qualche delinquente di ben altro calibro) sito!

Per qualche approfondimento mi sembra ben fatto questo articolo uscito sul sito de La Stampa. Ma provate semplicemente a digitare su Gooooogle “668/2010″ e di modi di approfondire ulteriormente ne escono una valanga…

Mi raccomando… entro il 6 luglio!!!!!

Annunci

2 pensieri su “La rete imbavagliata

  1. Andrea ha detto:

    Secondo me e’ sempre un casino quando si tratta di cose cosi… non e’ mai facile dire cosa e’ giusto o cosa non lo e’… la liberta’ di espressione e’ una cosa complessa e delicata ed andrebbe gestita non sull’impeto del momento ma dopo un’attenta riflessione.

    Non sto dicendo che sia giusto quello che vogliono fare, ma neanche che sia sbagliato.

    Non ho avuto, purtroppo, ancora modo di approfondire per una serie di ragioni, mi riservo di commentare meglio quando ho i miei fatti corretti 🙂

    Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...