scene di ordinaria follia straordinaria.

sul bus

vecchiette che chiacchierano:
eh, insomma, dovrebbero mettere i bus grandi, non questi piccoli a quest’ora.
(pienamente d’accordo, pur di non sentirvi ogni santa mattina. tra l’altro, il bus delle 08.30 è SEMPRE quello normale e non autoarticolato)

(qualche minuto dopo)

eh, già con queste modifiche ci hanno tolto ben due fermate, questa del giardino pubblico e quella della ‘standa’…
(penso un attimo: momento, altolà sudore, fermi tutti, ma la ‘standa’ l’hanno chiusa nel 2001, io sono qui da fine 1999 e quella fermata non l’ho mai vista!! ho capito, domattina propongo loro un referendum per il ripristino della ‘sip’)

al lavoro

un’utOnta chiama scocciata per una serie di problemi. ovviamente la domanda classica di chi ha capito tutto, cioè “ma voi a cosa servite?”, arriva puntuale.
passando oltre, il dialogo con la collega dev’esser stato:
“ma perché gli errori sono scritti in inglese? siamo in italia, non li possono scrivere in italiano??”
risposta: “signora, perché è linguaggio di programmazione”
aggiungerei io: gli errori sono in inglese ma i messaggi di errore sono in italiano. e comunque spesso non li capite (=non volete capire) lo stesso.
propongo un sincero applauso per la collega che nell’inoltrare la pratica ha davvero segnalato questo disagio linguistico.

vi segnalo anche cosa ha detto una volta collegapreferito ad un’utente incazzata:
gentilmente, non urli, ho le orecchie delicate.
la signora s’è calmata. altro applauso prego.

Annunci

11 pensieri su “scene di ordinaria follia straordinaria.

  1. Mr.loto ha detto:

    La vita è fatta anche di questi aneddoti che contribuiscono a rendere un po’ diversa la giornata …. se in meglio o in peggio poi è tutto da vedere. 🙂

  2. autista per caso ha detto:

    Che poi …
    quando mettono i bus grandi, rimpiangono quelli piccoli …
    Da noi li chiamano i bisonti (gli autosnodati) e scrivono ai giornali chiedendo perchè non si possano mettere le navette …
    L’altro giorno uno ha anche scritto chiedendo il perchè non demoliscono subito il fastidioso deposito dei bus di fianco a casa sua facendoci un bel parco.
    Ovviamente il deposito in questione è il mio, e si trova a 3 minuti da casa mia
    (il giorno che lo demoliranno e accadrà perchè è in programma … dovrò prendere la tangenziale ogni gg per arrivare all’altro :-(((
    Ora, l’antefatto è che 20 – 30 anni fa, c’era già quel deposito e attorno c’erano i campi (e nessuna casa) x cui, verrebbe da rispondere …
    Il parco c’era già, ci hanno fatto sopra la tua casa !
    Quando sei andato ad abitarci non l’avevi visto il deposito dei bus ?
    Forse sì, però il prezzo d’acquisto era appetibile …
    (chissà perchè eh)

  3. maurizio ha detto:

    recitava una canzone di Bertoli ” i poeti son poeti perchè scrivon poesie”.
    In caso di lavori a contatto con il pubblico è il caso di dire che :
    ” i cretini son cretini perchè son maleducati,
    l’ignoranza e l’arroganza con loro fan la danza,
    un balletto maledetto, cui non serve l’intelletto,
    basta solo un po gridare e tu mandali a cagare”
    va bene con questo ho perso punti ma come direbbe Guccini:
    “son qui alle quattro del mattino, l’angosci, un po di vino, voglia di bestemiare………..”
    buon proseguimento.

  4. Perennemente Sloggata ha detto:

    Guarda, è verissimo. E a volte forziamo le risposte per riderci un po’ su. Diventi bastarda dentro e fai la finta tonta a tua volta… Non sempre si accorgono che li stai prendendo per il didietro. E l’amica Betta ha dato prova ad una delle migliori scene di “ti sto platealmente prendendo per stupida e tu non te ne accorgi nemmeno”. E il tutto senza nemmeno essere offensiva, quando quell’idiota – Betta te la ricordi quella delle mail dei fondi pensione? – era piuttosto seccante.

  5. Perennemente Sloggata ha detto:

    Già 😀 Pensa che in fase di test, avevo beccato una schermata con scritto qualcosa del tipo “pagina non implementata, lo farò alla fine”, al che nella mia segnalazione ho semplicemente scritto che la salatest richiede gentilmente di tradurlo in lingua corretta, ovvero il dialetto mari&monticolo 😀 ghghgh

  6. Perennemente Sloggata ha detto:

    Ops :-/ Uno magari si compra anche casa vicino al lavoro, ma così… frega pure voi.
    In effetti una rispostina ad una lettera così ci vorrebbe proprio. Autista, ti leggo sempre ma da qui non riesco a lasciar commenti: blogspot mi blocca 😦

  7. sabrina ha detto:

    ho le orecchie delicate è grandiosa!!!
    e comunque gli anziani si lamentano sempre
    a me tocca sentirli senza rispondere (che sono educata) quando vado alla posta : ci sono numerini da prendere, per ogni sportello un numero
    io ho la tessera per aziende e uno sportello dedicato (che giustamente chi ci va per lavoro magari se fa meno fila è meglio)
    e loro tutti lì a lamentarsi perché di solito faccio prima…chi glielo spiega???

  8. PrincessPeach ha detto:

    ihihih pensa che x mio suocero la sip esiste ancora!
    “il telefono non ci funziona quasi mai.”
    “chiamate ‘a sippe!”
    “eh è un problema sà, non esiste da 10 anni!!!”

  9. Perennemente Sloggata ha detto:

    sà, forse bisognerebbe trovar la risposta giusta per farglielo capire irrimediabilmente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...