Incomprensioni di una visionaria

Ci sono cose che non sempre so gestire: i miei momenti di estremo disagio.
La cosa in sè sembra sciocca, ma in realtà poi può avere strascichi.
E’ successa una cosa recentemente per cui sono rimasta delusa.
Una cosa che a me avrebbe dato molto entusiasmo, è stata resa possibile ad altre persone. Ovviamente sono sinceramente contenta per loro ma la cosa che più mi ha lasciata male, è stato il fatto di esser stata allontanata dal gruppo e la comunicazione è stata data in teoria solo alle persone coinvolte ma alla fine anche alla presenza di altri. Cosa mai successa prima: le comunicazioni venivano date o alla presenza di tutti o all’esclusiva presenza delle persone interessate.
A me a tutt’ora non è stato detto niente di ufficiale da nessuno. Eppure è palpabile il fatto che si aspettino una mia mossa.
Io però non capisco: se tu ricevi un’opportunità che sarebbe piaciuta tanto a me, perché non dici niente? Forse perché pensi che posso esserci rimasta male. Ok, ma allora perché aspetti che sia io a dirti qualcosa se quello che potrei sapere l’avrei scoperto per vie traverse?
A me quello che più fa male e brucia, è proprio il contorno: il come sono andate le cose. Il fatto in sè l’ho superato, credo, ma non il contorno.
Direte: beh, forse sarebbe carino da parte loro esporsi, anche se visto il tutto potresti essere tu a fare il primo passo. Vero, me lo dico da sola. Ma se ci sono rimasta molto male e per certe cose mi sono fatta il sangue amaro, sono consapevole di non riuscire a fare io il primo passo.
A qualcuno di loro può non porsi il problema, a qualcuno forse si crea l’imbarazzo, ma a chi se ne crea di più? Ecco, perché devo farlo io questo benedetto passo di rottura del ghiaccio?

E’ così che si creano le incomprensioni, lo so. Me ne rendo conto.
Ma stavolta ci sto rimanendo male per il contorno: si parla tanto di far gruppo, ma alla fine mi pare che si stiano curando solo i gruppetti di amicifuoridallavoro e non di tutti i colleghi.
Va bene, per carità, non si può essere amici di tutti, ma l’incoerenza e l’ipocrisia di fondo mi rode.

Ma si sa, io sono sempre alla ricerca di conferme e di una certa qual sorta di coerenza. Per cui facilmente passo io per pocosimpatica, aggressiva, visionaria, ecc.
Salvo poi sentirmi dire privatamente (e mi fa incazzare ‘sta cosa) che in soldoni ed in effetti tutta sbagliata non sono.
Insomma, come sempre mi rendo conto di apparire nell’immediato come la sfigatina, ribaltando però sul lungotermine le cose.

E seppur mi rendo conto di questo e ci sto facendo i conti da tanto tempo, brucia ancora. Perché fa male e non poco.
Ma ci sto lavorando sopra.

Annunci

Un pensiero su “Incomprensioni di una visionaria

  1. Mr.Loto ha detto:

    L’hai detto, solo il fatto che ci stai lavorando sopra è una bella cosa, significa che accetti la realtà e tenti di capire il perchè si verificano certe situazioni senza pretendere di combattere contro i mulini a vento. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...