Bus autoarticolato su 2 ruote e Amore

Anche stamani per venire al lavoro ho preso il bus. Fatalità era quello che in teoria avrei perso ma che in realtà era in ritardo. Un bus autoarticolato, di quelli lunghi per intenderci. Io credo che l’autista si sentisse molto motociclista stamani, perché le curve le faceva su due ruote…

Passando all’argomento Amore…
Giovedì sera c’è stata la cena coi colleghi e tra di loro ce n’è uno che studia la comunicazione e tutto ciò che le sta attorno partendo dal comportamento che ha chi parla o chi ha davanti.
Ecco, lui mi ha sempre colpita per alcuni motivi di attenzione verso le persone (ne parlerò un’altra volta). Giovedì sera, parlando con lui ed un altro collega, abbiamo parlato di vita di coppia e amore. Che cos’è?

Bella domanda. La mia riflessione è questa:

Cos’è l’amore o un rapporto di coppia. Non lo so. Sinceramente ne ho sempre meno idea.
Però! Però ho una vaga impressione  che mi porto dietro da anni. Non ve la spiego direttamente perché non ci sono ancora riuscita, ma ve la sottopongo con una citazione:
Vi ricordate la canzone degli 883 “Senza averti qui”? Direte che era un gruppo un po’ così, anche Max Pezzali non è chissà cosa. Eppure anche se tante canzoni sembrano banali, hanno umane verità di fondo. Ad ogni modo, diceva il refrain (e secondo me è centralissimo) “Senza averti qui, non è che ci si senta liberi. Non è così bello come dicono” Ecco, per me forse l’amore è questo: sentirsi liberi. Quando sei innamorato di un’altra persona, quando sei con lei ti senti “libero”. Quando non c’è o non puoi “averla”, ti senti in gabbia, ti manca qualcosa, non ti senti “completo”.

Ecco, io in questo momento soprattutto, misuro la mia quotidianità (che sia il lavoro, l’amicizia, la vita di coppia) con la Libertà. La libertà di essere collega o vicina di scrivania,  di essere amica o buona conoscente., di essere amante o buona coinquilina.

20 pensieri su “Bus autoarticolato su 2 ruote e Amore

  1. nuorafantasma ha detto:

    condivido il pensiero , la libertà che si percepisce all’interno di un rapporto è ,secondo me, un buon metro di valutazione del rapporto stesso ^^

  2. Perennemente Sloggata ha detto:

    ma ciao Nuorafantasma!! 🙂 contenta di trovarti qui 🙂
    allora, tu dici che è un buon metro di valutazione. “UN” metro, quali altri ci posson essere? (ho bisogno di tanti input)
    ovviamente, per libertà non intendo il poter fare quello che si vuole. io parlo di libertà più grande, più alta.

  3. nuorafantasma ha detto:

    un altro metro di valutazione è quello che usa il mio0 compagno…….
    Topo è una persona egocentrica e molto egoista ma quando una relazione (amore,amicizia ecc..) è davvero importante allora si trasforma e diventa la persona più altruista del pianeta!
    direi che forse per valutare na relazione si può guardarsi dentro e vedere quanto e come siamo cambiati ^^

  4. MammaBia ha detto:

    mi piace questo concetto di libertà. io ho scoperto una cosa incredibile negli ultimi tempi: misuro il mio rapporto guardando me stessa, cercando di guardarmi “dal di fuori” intendo. mi sono accorta che con *ex marito* ero una persona che non mi piaceva… e vedo la differenza oggi con M, sono esattamente la donna che “vorrei” essere. Nel senso che lui tira fuori la mia parte migliore e mi fa stare bene, oltre che con lui, soprattutto con me stessa. Davvero impagabile…

  5. Perennemente Sloggata ha detto:

    le grandi trasformazioni però mi spaventano un poco se sono troppo repentine. cioè se uno è sempre stato bianco, all’improvviso diventa nero, quanto durerà? come si sente lui la differenza? e se poi tutto svanisce? entra in crisi esistenziale?
    ovviamente non mi riferisco a topo, ma parlando con una mia amica, notavamo un cambio totale di atteggiamento di una conoscente comune: col vecchio moroso era grigia, ora tutta un fiore. (non mi addentro oltre questo discorso perché non è rose e fiori in realtà)

  6. Perennemente Sloggata ha detto:

    MammaBia, ormai sappiamo che stiamo facendo un percorso similare (con i dovuti distinguo, ovvio) e sì credo di ritrovarmi nel tuo “misuro il mio rapporto guardando me stessa, cercando di guardarmi ‘dal di fuori’ intendo”
    sì mi ci ritrovo. e parlando con il collega di cui sopra, mi scorrono altre considerazioni.
    lui dice che questa libertà però non deve dipendere da altre persone. e continuo: mi devo sentire libera per me e con me.
    insomma, se poi il tutto, frullato con la libertà dell’altra persona, funziona, tanto meglio!!

  7. MammaBia ha detto:

    credo che le due considerazioni vadano di pari passo. nel mio caso specifico posso dire che la mia “trasformazione” è palese per chi mi conosceva “prima” e mi vede “ora. ma siccome mi conosco bene, posso dire che la mia non è una trasformazione ma piuttosto un aver tirato fuori cose di me (belle) che prima non mostravo.
    quando la trasformazione non è un vero e proprio cambiamento, ma un evidenziare un aspetto del proprio carattere che prima si teneva nascosto: in questo caso la trasformazione è duratura e non svanirà.
    spero ;D
    il discorso della libertà invece lo devo ancora affrontare perchè oggi sono ancora troppo debole per potermi definire “libera”: ho ancora troppo bisogno di appoggiarmi agli altri quindi è difficile valutare il discorso “libertà” fine a sè stesso.
    Bello sapere che non sono la sola a camminare su questa strada 🙂

  8. Perennemente Sloggata ha detto:

    Meinen Sie es ernst? Es wuerde mich freuen. Nur eine Frage: wie sind Sie auf meinen Blog gelangen? Verstehen Sie Italienisch?
    Ich wuensche Ihnen eine herrliche Woche 🙂

  9. Perennemente Sloggata ha detto:

    comprendo e condivido. il mio è un riscoprire ciò che ero e che per colpa di qualcuno (e di me che gliel’ho permesso) ho bloccato. sono contenta anch’io 🙂

  10. lorenzo ha detto:

    amore = quando qualcuno ci fa venire voglia di essere una persona migliore. anche se a volte è solo affetto, ma poi dipende dal caso specifico. però intanto questa della “persona migliore” è un buon parametro da valutare. poi ce ne sono altri, tipo “voler il bene di quella persona”, e così via. ma vabbè, non dico nulla di nuovo. non so molto sull’amore, so solo che si guarda bene di venirmi a trovare, sto stronzo.

    però essere ciò che siamo è impagabile, se dobbiamo cambiare noi stessi per qualcuno il cambiamento deve essere voluto e non indotto…. credo.

    uhm… niente lascia perdere va, su ste cose dico solo cazzate.
    notte!

  11. nuorafantasma ha detto:

    ma “aqppoggiarsi ad altri ” non è anche libertà?
    chi lo dice che non sia giusto farlo?
    nella mia vita se non avessi avuto a chi appoggiarmi forse avrei fatto molte cavolate ( più di quelle fatte) ho avuto invece la fortuna di potermi appoggiare a qualcuno e sentirmi libera di poterlo fare!
    forse un rapporto lo si può misurare anche da quanto ci si sente liberi di appoggiarsi all’altro ?

  12. MammaBia ha detto:

    Mi piace quello che dici nuorafantasma… io misuro le amicizie secondo questo metodo. “amiche” sono le persone che so di poter chiamare in qualsiasi momento, le persone a cui posso appoggiarmi sicura di non essere un peso.
    Nel rapporto di coppia trovo sia giusto appoggiarsi alla persona che si ha a fianco, l’importante è che l’appoggio sia da entrambe le parti… altrimenti non c’è più equilibrio…

  13. Perennemente Sloggata ha detto:

    ma no che ha il suo senso!
    però Amore e affetto sono due cose diverse.
    ma è vero che l’amore ci fa venire la voglia di essere una persona migliore.
    ha senso il tuo discorso.
    ma soprattutto, meglio aspettare l’AMORE o accontentarsi, nel frattempo, di tanti piccoli “amoretti”?

  14. MammaBia ha detto:

    bè, intanto che si aspetta l’AMORE nulla ci vieta di divertirci ed essere felici con gli “amoretti” che si incontrano strada facendo 😉

  15. Perennemente Sloggata ha detto:

    mi sta piacendo questo scambio di opinioni.
    quindi, mi sento libera di esserti amica e di sentirti amica e sapere di potermi appoggiare in caso di bisogno (ovviamente vale viceversa)
    appoggiarsi sì, l’aggrapparsi un po’ meno. soprattutto come un’edera: rischia di soffocare. ci sono persoen che ti si attaccano come edera, magari nei momenti meno opportuni (quando ne hai già di tuo) e ti trascinano giù nel baratro. è libertà anche lasciarle andare.
    è libertà lasciare andare qualcuno perché possa trovare chi l’ama come merita.

    grazie, mi state dando tanti input, grazie!

  16. MammaBia ha detto:

    Trovo che in un caso come quello da te descritto, ossia di persone “aggrappate” sia giusto appropriarsi di una sana dose di egoismo e “sganciare i pesi morti” ;D
    Cmq, ribadisco che l’appoggiarsi deve essere reciproco… ovviamente in momenti differenti ci sarà chi dei due avrà più bisogno dell’appoggio e viceversa: l’importante è che ci sia equilibrio in questa cosa.
    Altrimenti, per l’appunto, diventa un aggrapparsi e si finisce solo con il farsi male a vicenda (chi più, chi meno…. ma ci si fa male entrambi in ogni caso).
    Libertà di lasciare andare qualcuno prima che ci si faccia veramente del male a vicenda…

  17. Perennemente Sloggata ha detto:

    sì, è un apossibilità che a me sarebbe piaciuto. ma poi so che mi ci lego troppo e che ci sto malissimo. una volta in effetti è accaduto.

  18. nuorafantasma ha detto:

    si dovrebbe avere bene chiaro in mente che si può essere la rete di sicurezza di qualcuno e che qualcuno può essere la nostra….certo però il passo tra rete di sicurezza e ancora che ti affonda è sottile!
    ma nell’amore noto oggi che si cercano “ancore” e non “reti” perchè??

  19. Perennemente Sloggata ha detto:

    ecco, è vero, è talmente sottile che spesso non ce ne rendiamo conto. siamo talmente sballottati in questa società difficile… ma non può essere una scusante. attenuante forse, ma non scusante.
    hai ragione: perché?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.